direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

12 ottobre 1492-12 ottobre 2021. Columbus Day Bojano-Vinchiaturo-Philadelphia di Molise Noblesse e Filitalia International: la due giorni di cultura e gastronomia con gli studenti dell’istituto alberghiero IPSEOA, il pluripremiato pasticciere Stefano Priolo e la food blogger attenzionata da Vanity Fair, Federica Napoletano

ASSOCIAZIONI

 

BOJANO (Campobasso) – A New York torna quest’anno, dopo la sospensione dovuta alla pandemia da Coronavirus, il Columbus Day, la più grande celebrazione al mondo del genio e dell’intraprendenza italiane e del patrimonio italo-americano, con decine e decine di migliaia di persone che partecipano alla parata. E’ l’ammirazione per un uomo, un italiano, che riuscì a portare a termine un’impresa, allora, ritenuta quasi impossibile. Certo, non arrivò in India come pensava, ma riuscì con le tre caravelle a scoprire “un nuovo mondo” e cambiare il corso della storia dell’umanità. Il 12 ottobre 1492 segna infatti la Fine dell’Età Medievale e l’inizio dell’Età Moderna. Ma anche il giorno dell’orgoglio italiano, giacché è stato un altro italiano, il fiorentino Amerigo Vespucci, a dare il proprio nome al continente scoperto alla fine del XV secolo (il nome “America” venne dato al continente dal cartografo Martin Waldseemüller).

L’orgoglio tricolore, che unisce gli italiani in Italia e in America, è divenuto appuntamento annuale a Bojano, dove il Columbus Day si celebra in collegamento con Philadelphia, la città simbolo degli Stati Uniti, dove furono redatte la Dichiarazione di Indipendenza (1776) e la costituzione USA.

Quest’anno il Columbus Day Molise Noblesse e Filitalia International si svolgerà tra Bojano, Vinchiaturo e Philadelphia, in collaborazione con l’Istituto Professionale per i Servizi per l’Enogastronomia e l’Ospitalità Alberghiera (I.P.S.E.O.A) sede distaccata dell’Istituto di Istruzione Secondaria Superiore Lombardo Radice di Bojano diretto da Antonella Gramazio. Tante le novità per una due giorni di intense attività che culmineranno nell’evento del 12 ottobre, a ricordo di quel 12 ottobre 1492 in cui il navigatore genovese sbarcò in America.

Martedì 12 ottobre, alle 9.30 a Vinchiaturo il Laboratorio di Cucina della classe V A IPSEOA con preparazione di Bagel, un secondo in salsa barbecue a sorpresa che racchiude i colori, i sapori, gli ingredienti del continente americano, Pumpkin Pie da parte di Emiliano Battista, Amssumane, Cambai, Federico Cerviero, Amadeos Ndrehilaj, Francesca Palumbo, Gianna Petti, Ernesto Santillo, Emanuele Scarselli, Mounir Fiouz sotto la direzione della Prof.ssa Maria Giovanna Marchetti, con i contributi iconografici di Flavia Niro della II B.

Alle 15.00 a Bojano, presso la sede UMDI in piazza G. Paolo II, pomeriggio dedicato al grande navigatore italiano e agli Italiani d’America, Cineforum sul film “Vendetta”, con Christopher Walken e dibattito con i ragazzi Molise Noblesse. Letture, riflessioni sul tema.

Alle 18.00 ora italiana (alle 12.00 ora di New York), il collegamento video con Philadelphia, presso la sede di Filitalia International. Interverranno il Dr. Prof. Pasquale Nestico (cardiologo di fama, fondatore di Filitalia International), la Prof. ssa Antonella Graziano dirigente IISS Lombardo Radice, la Prof.ssa Mina Cappussi (presidente Filitalia Chapter Bojano), l’Avv. Roberto Petrone, Esquire President of the South Philadelphia Chapter, Chair of the Committee for Heritage Justice, Filitalia International & Foundation, Co-chair of Conference of Presidents Cubcommittee to preserve Columbus Day, Host of Christopher Columbus University on Radio Voice Italia, co-curator of the preservecolumbus.us, informational repository, il Prof. Giulio Frisari (Università degli studi di Cassino e del Lazio Meridionale – UNICAS, Istituto Italiano Studi Filosofici, Vice presidente Filitalia Chapter Bojano, conte di Ceglie, Barone di Macchia d’Isernia e Patrizio di San Vincenzo al Volturno).

Agli ospiti d’oltreoceano saranno presentati il Cocktail “Stelle e Strisce” con i colori della bandiera americana e di quella italiana, realizzato il giorno precedente dal Laboratorio Sala e Vendita della Classe IV C dell’IPSEOA di Vinchiaturo, in particolare da Francesca Cobussi sotto la direzione della Prof.ssa Katia Parisi e i piatti preparati al mattino dalla classe V dello stesso istituto alberghiero.

La chicca è rappresentata da due giovani eccellenze molisane.

Tornerà quest’anno il Columbus Cake, “Il Dolce di Cristoforo Colombo” creato in esclusiva per Molise Noblesse Filitalia International Chapter Bojano. E’ nato infatti nel 2020, nella seconda regione più piccola d’Italia, nella capitale dei Sanniti Pentri, il dolce del navigatore genovese firmato da un pluripremiato pasticciere, Stefano Priolo dell’omonima Casa Priolo, riconosciuto dal Gambero Rosso tra i migliori panifici di ricerca in Italia e tra i migliori panifici artigianali al Centro e Sud Italia, 2° Classificato in Italia per il miglior panettone da forno a Bakery 3.0, 9º Classificato Gambero Rosso Italia per il miglior panettone al cioccolato, tra i migliori 15 panettoni tradizionali d’Italia (La Repubblica, 2019), allievo di Luca Montersino, del campione del mondo di pasticceria Stefano Laghi, del maître chocolatier Gianluca Aresu, e del campione del mondo di panificazione, Piergiorgio Giorilli.

E non finisce qui. L’altra eccellenza è la nota food influencer Federica Napoletano, content creator per Giallo Zafferano, sponsor Colussi su Instagram e Tik Tok, laureanda in ingegneria energetica all’Università di Bologna, finita su Vanity Fair che l’ha notata e inserita tra i giovani più promettenti. Federica presenterà la propria versione di un dolce italiano per eccellenza, il Danubio.

Molise Noblesse è in continuo contatto con gli italo-americani, grazie anche al giornale internazionale UMDI – Un Mondo D’Italiani voce del progetto di Turismo è Cultura 2020. La due giorni si avvale della preziosa collaborazione di UMDI, Centro Studi Agorà, Ippocrates, Servizio Civile Universale e Casa Molise, Assel, Uci e ovviamente degli Istituti Scolastici Superiori di Bojano. Ma sono tantissimi i partner locali, nazionali e internazionali che sostengono il progetto Molise Noblesse. L’evento si terrà in mattinata presso la sede dell’Alberghiero di Vinchiaturo, e nel pomeriggio presso la sede del quotidiano internazionale UMDI – Un Mondo D’Italiani, in P.zza G. Paolo  II, in Località Terre Longhe, Bojano (Cb) e in collegamento con gli Stati Uniti per una lectio dell’avv. Roberto Petrone e del prof. Giulio de Jorio Frisari.

Press Office: Sabina Iadarola (giornalista, Youth Commission Filitalia) Eliza Kiemiesz (addetto stampa UMDI). Segreteria organizzativa: prof.ssa Cristina Maglieri, prof.ssa Daniela Spirito, prof.ssa Fabiana Del Rosso, Giovanni Fanelli, Lisa Iacovantuono e Marylee Iannuzzi. Grafica Core di Eliana Cappussi, Consulenza linguistica: prof.ssa Roberta Minì.

ll Columbus Day è stato celebrato per la prima volta da italiani a San Francisco nel 1869, seguendo le celebrazioni italiane di New York. Gli italiani guardavano a Colombo come al primo di loro. Poi, nel 1892, a New Orleans degli immigrati italiani, quasi tutti siciliani, furono trucidati nonostante un regolare processo li avesse ritenuti non colpevoli dell’omicidio del capo della polizia. Fu il più grande linciaggio della storia degli Stati Uniti. Per contrappasso a quel terribile eccidio, l’amministrazione americana trovò, nelle celebrazioni di un personaggio storico come Cristoforo Colombo, che aveva “scoperto l’America”, un modo per rimediare all’ingiustizia e far sentire più accolte le masse degli immigrati italiani. Il primo Stato a riconoscere ufficialmente la ricorrenza fu il Colorado nel 1905. Dal 1937 il presidente Franklin Delano Roosevelt fece del Columbus Day una festa nazionale. Dal 1971 si festeggia il secondo lunedì del mese, lo stesso giorno in cui nel vicino Canada si celebra invece il Giorno del Ringraziamento. Negli Stati Uniti il Giorno di Colombo le banche, uffici postali e uffici federali sono chiusi, così come gli uffici dell’ambasciata italiana a Washington D.C. e tutti i vari consolati italiani che si trovano nel Paese. L’Empire State Building di New York da vari anni usa accendere le sue luci, riproducendo così il tricolore italiano. Sulla quinta strada, dalla 44th alla 72nd Street si svolge la famosa parata alla quale partecipano migliaia di persone. Di recente la festa è stata osteggiata da gruppi di persone che hanno divelto anche numerose statue del navigatore. Il prof. Petrone, studioso e storico, ricorderà la figura di Colombo come difensore dei diritti civili, secondo i documenti originali dell’epoca.

Per generazioni di italoamericani la figura di Colombo, apprezzata anche dagli stessi americani, rappresenta un doveroso riscatto, il simbolo del loro prezioso contributo alla costruzione degli USA, da “dagos” che potevano essere impiccati impunemente ai lampioni di New Orleans, ad americani di origine italiana, che nel giro di un secolo sono riusciti a scalare le vette della nuova patria fino ad arrivare alla Corte Suprema o alla presidenza del Congresso degli USA, come ha ricordato Stefano Vaccara su La Voce di New York. Colombo, dunque, rappresenta “il genio italiano in America, come Madre Cabrini, protettrice mondiale degli immigrati, o Amadeo Giannini, fondatore delle Bank of America. Colombo, non mise mai piede negli Stati Uniti, eppure ha influenzato la cultura occidentale. Il Columbus Day, dunque, celebra non tanto l’uomo, quanto l’Italian Genius Day, l’orgoglio di appartenenza ad una cultura che ha contribuito a rendere gli Stati Uniti il grande paese che sono”. (m.c./Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform