direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

XXV Congresso nazionale delle Acli

ASSOCIAZIONI

“Niente paura. Con le Acli attraversiamo il cambiamento” è il titolo del Congresso e della relazione introduttiva del presidente nazionale delle Acli Gianni Bottalico

 

ROMA – Si è aperto ieri pomeriggio a San Vincenzo (Livorno) il XXV Congresso nazionale delle Acli (Associazioni cristiane lavoratori italiani). “Le Acli in questi anni – ha scritto il presidente della Repubblica Sergio Mattarella, nel messaggio di saluto inviato al Congresso – si sono impegnate per portare all’attenzione delle istituzioni e dell’opinione pubblica il tema della povertà crescente, scaturita dalla grave crisi economica e da un pericoloso ampliamento della forbice della diseguaglianza. La vostra opera è stata meritoria, anche perché ha contribuito a unire tante altre esperienze associative improntate a principi di solidarietà”.

“Niente paura. Con le Acli attraversiamo il cambiamento” è il titolo del Congresso e della relazione introduttiva del presidente nazionale delle Acli Gianni Bottalico, che si è tenuta questa mattina e ha toccato i temi prioritari dell’agenda sociale e civile del Paese: dalla riforma del welfare alla previdenza, alla lotta alla povertà, al lavoro, alla partecipazione democratica.

“Le Acli sono lo strumento che rende tanti cittadini protagonisti del cambiamento – ha detto Bottalico. – L’azione delle Acli  mira a mantenere ben stretto il legame tra lavoro, diritti sociali e democrazia: per questo proponiamo la riforma del welfare, la lotta alla povertà, un grande piano per il lavoro e lo sviluppo sostenibile. Ci vuole un cambio di paradigma che ponga fine all’austerità e alla supremazia dei poteri finanziari sulla politica”.

Anche per questo Bottalico ha annunciato l’adesione delle Acli alla manifestazione contro il Trattato transatlantico (Ttip) che si terrà domani a Roma ed ha rivolto «un appello al Governo, al Parlamento, ai parlamentari europei eletti in Italia di non avallare alcuna soluzione che contempli il prevalere degli arbitrati commerciali internazionali sulla legislazione comunitaria e nazionale.

Tra gli interventi degli ospiti in questa giornata del Congresso Acli, mons. Fabiano Longoni, direttore dell’Ufficio nazionale per i problemi sociali e il lavoro della Cei, ha esortato a “superare la mentalità consumistica per ridefinire il progresso» ed ha ribadito che «l’ascolto della Chiesa è alto nei confronti delle Acli”. Carmelo Barbagallo, segretario generale Uil ha evidenziato il fatto che “occorre lottare contro la finanziarizzazione selvaggia dell’economia e accorgersi, come ha fatto il Papa, che nel mondo sono in aumento le guerre e le disuguaglianze”. Susanna Camusso, segretaria generale Cgil, ha sostenuto che “non c’è sostenibilità economica se non c’è sostenibilità sociale. Sul Ttip avrei preferito fosse stato il nostro premier a dire il no che ha detto il presidente francese”. Annamaria Furlan, segretaria generale Cisl, ha indicato il grave problema “della solitudine in cui sono lasciate le persone che perdono il lavoro. Le reti sociali fanno sentire meno sole le persone”.

I lavori del Congresso proseguiranno nelle giornate di sabato e domenica con le votazioni del presidente e del Consiglio Nazionale. (Inform)

 

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform