direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

“We Love Art”: al via il progetto di Farnesina e Fondazione CDP per promuovere all’estero le opere di otto giovani artisti che hanno saputo unire l’arte con l’industria

EVENTI

Inaugurato ieri a Seoul il tour internazionale dell’iniziativa che farà tappa a Chongqing, New York, Città del Messico, Il Cairo e Berlino

ROMA – Ha preso il via ieri da Seoul il tour internazionale del progetto “We Love Art”, con l’esposizione di otto opere che altrettanti giovani artisti italiani hanno realizzato ispirandosi a otto delle principali aziende partecipate dal Gruppo Cassa Depositi e Prestiti (CDP).

La mostra, intitolata “We Love Art. Vision and Creativity Made in Italy”, è ospitata presso gli spazi dell’High Street Italia di Seoul ed è organizzata dall’Istituto Italiano di Cultura, in collaborazione con l’Ambasciata d’Italia e Ice.

I visitatori coreani sono i primi a poter ammirare le opere delle artiste Benni Bosetto, Giulia Cenci, Lulù Nuti, Alice Ronchi e degli artisti Tomaso De Luca, Amedeo Polazzo, Giulio Saverio Rossi e Namsal Siedlecki in un percorso espositivo che include sculture, opere pittoriche e fotografiche. Le opere sono accompagnate da un video che racconta i motivi ispiratori dell’opera generati dall’incontro degli artisti e delle artiste con il mondo della fabbrica e il significato del rapporto arte-impresa vissuto nell’individualità e unicità di ogni artista.

“We Love Art. Vision and Creativity Made in Italy” è un progetto di mecenatismo culturale del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale (Maeci) e della Fondazione CDP per sostenere e favorire la realizzazione di opere d’arte da parte di otto riconosciuti artisti italiani under 35, attraverso l’incontro con otto primarie aziende italiane.

Il progetto si ispira alla mostra “Sculture nella città”, tenutasi a Spoleto nel 1962 e costituita dalle opere in metallo realizzate nelle officine dell’Italsider da un gruppo di artisti internazionali. Seguendo la medesima suggestione, i curatori di We Love Art hanno invitato otto artisti italiani delle ultime generazioni a realizzare un’opera ispirata ai processi produttivi e concettuali di altrettante importanti aziende italiane.

We Love Art è un progetto curato dal critico d’arte Ludovico Pratesi insieme all’artista e curatore Marco Bassan che intende rappresentare una nuova forma di mecenatismo, realizzato in sinergia tra pubblico e privato, con l’obiettivo di sviluppare il dialogo e la collaborazione tra creatività artistica e produzione industriale, al fine di raccontare l’impresa italiana all’estero attraverso le opere di artisti emergenti.

Le imprese e gli artisti coinvolti nell’iniziativa sono: per Ansaldo Energia, Namsal Siedlecki; per CDP Immobiliare, Amedeo Polazzo; per ENI Tomaso de Luca; per Open Fiber, Benni Bosetto; per Snam, Alice Ronchi; per Terna, Giulia Cenci; per TIM, Giulio Saverio Rossi e per Webuild, Lulú Nuti.

L’itinerario espositivo internazionale, realizzato grazie al sostegno e alla collaborazione di Ambasciate, Consolati e Istituti Italiani di Cultura, proseguirà a Chongqing, in Cina, dove We Love Art aprirà i battenti il 10 dicembre 2021, per poi continuare nelle città di New York, Città del Messico, Il Cairo e concludersi a giugno 2022 a Berlino.

Ulteriori informazioni sul progetto e sulla mostra, con le interviste video agli artisti sono a disposizione sul portale “italiana. lingua cultura creatività” della Farnesina (https://italiana.esteri.it/italiana/). (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform