direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Visita in Norvegia del Presidente della Repubblica . Mattarella accolto a Trondheim dagli studenti italiani con l’Inno di Mameli. L’intervento al Politecnico: “Il futuro verde è una sfida ineludibile”

QUIRINALE

Le molteplici collaborazioni esistenti fra Norvegia e Italia consentono di guardare con fiducia al futuro della nostra cooperazione anche nel cruciale ambito della transizione verde. Con partenariati sempre più saldi sapremo rispondere con successo alle sfide poste dal cambiamento climatico e garantire un futuro di prosperità e di progresso alle giovani generazioni”

(Fonte foto Presidenza della Repubblica)

OSLO – Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella oggi si recato a Trondheim, per la seconda e ultima tappa della sua visita di Stato in Norvegia. Ad accogliere calorosamente Mattarella gli studenti italiani, che hanno intonato l’Inno di Mameli. Il Capo dello Stato, accompagnato dal Principe ereditario Haakon Magnus, ha poi visitato il Politecnico ed è intervenuto a un seminario sull’energia e le rinnovabili , il cui titolo  – Rendere verde il futuro – “ rappresenta sia un auspicio, sia, in realtà, una sfida ineludibile”, ha osservato Mattarella . “Le nostre società hanno, infatti, preso pienamente coscienza dei drammatici effetti provocati dai cambiamenti climatici che impongono a tutti noi un ripensamento radicale dei fondamenti dei nostri sistemi di vita, di quelli economici e produttivi” ha sottolineato il Presidente della Repubblica, ricordando che la guerra portata avanti dalla Federazione Russa contro l’Ucraina ci abbia “anche reso del tutto consapevoli del valore strategico delle risorse energetiche”. Mattarella ha affermato che “raggiungere la sicurezza e l’indipendenza energetica non significa affidarsi esclusivamente alle fonti energetiche tradizionali, venendo meno all’impegno nella lotta ai cambiamenti climatici”. L’avvertimento del  Capo dello Stato: serve un “cambio di passo” che “deve riguardare l’innovazione, non soltanto il cambio di rotte di approvvigionamento e fornitori. “Serve un nuovo paradigma ed avere l’ambizione di essere alla testa del gruppo che guida cambiamento”, ha aggiunto. “La collaborazione fra realtà imprenditoriali norvegesi e italiane in atto può svolgere un ruolo significativo nella promozione della transizione energetica, così come la cooperazione in ambito tecnico e scientifico” ha poi rimarcato il Presidente , che ha anche evidenziato come “la cooperazione già in essere tra le Università e i centri di ricerca dei nostri Paesi, siano suscettibili di essere incrementate per favorire, così, importanti progressi nella sperimentazione di nuove tecnologie verdi ed ecosostenibili”. “Allo sviluppo di questi processi di sostenibilità potrà certamente concorrere la crescente presenza di ricercatori e docenti universitari italiani, attivi negli atenei e nei centri di ricerca qui in Norvegia”, ha affermato Mattarella . “Le molteplici collaborazioni esistenti fra Norvegia e Italia consentono di guardare con fiducia al futuro della nostra cooperazione anche in questo cruciale ambito della transizione verde. Con partenariati sempre più saldi sapremo rispondere con successo alle sfide poste dal cambiamento climatico e garantire un futuro di prosperità e di progresso alle giovani generazioni”, ha concluso il Capo dello Stato. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform