direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Visita a bordo di nave Marceglia dell’Ambasciatrice d’Italia in Ghana e Togo e del Nunzio Apostolico in Ghana

MARINA MILITARE

Un’occasione per dimostrare gli sforzi del Sistema Paese per garantire la sicurezza delle vie marittime e tutelare gli interessi nazionali in Golfo di Guinea

ACCRA (Ghana) – Il 12 ottobre 2021, ambito Operazione Gabinia, in occasione della sosta logistica nel porto di Accra-Tema (Ghana), Nave Marceglia ha ricevuto la visita a bordo di Daniela D’Orlandi, Ambasciatrice d’Italia in Ghana e Togo, accompagnata dal Nunzio Apostolico in Ghana, Monsignor Henryk Mieczysław Jagodziński e dal Colonnello (AM) Michele Devastato, DIFEITALIA Abuja.

L’Ambasciatrice ha indirizzato un saluto da parte del Ministero degli Esteri al Comandante di Nave Marceglia, CF Francesco Ruggiero, ed al suo equipaggio, schierato a distanza sul Ponte di Volo, in pieno rispetto del protocollo di contrasto alla diffusione del COVID-19. Ha poi espresso la sua personale gratitudine per l’impegno della Marina Militare nell’attività di presenza, sorveglianza e sicurezza nel Golfo di Guinea e per lo sviluppo e la promozione degli articolati rapporti di amicizia e cooperazione militare con i Paesi rivieraschi.

In particolare, l’Ambasciatrice ha riportato i ringraziamenti del Viceministro della Difesa ghanese che, in occasione delle 3^ edizione della Conferenza Ministeriale Italo-Africana tenutasi a Roma l’8 ottobre u.s., ha manifestato la sua riconoscenza verso l’Italia che coopera per la sicurezza nel Golfo di Guinea dispiegando una FREMM, assetto pregiato della Marina Militare, dall’inizio del 2020.

“Voi siete operatori di pace, la vostra presenza è al servizio di queste terre e dei suoi popoli” così ha esordito il Nunzio Apostolico in Ghana, Monsignor Henryk Mieczysław Jagodziński, che ha rivolto una benedizione agli uomini e donne dell’equipaggio, alla sua prima visita su un’Unità navale militare.

A conferma delle parole del rappresentante pontificio, l’equipaggio di Nave Marceglia ha voluto devolvere una donazione, tramite una iniziativa sostenuta da Don Andrea, Cappellano Militare di bordo, consegnando aiuti umanitari e beni di prima necessità (tra cui mascherine e generi alimentari) all’istituto gestito dalle “Missionarie della Carità” ad Accra, che contribuiscono nell’assistenza dei senza tetto e degli orfani, con l’obiettivo di contrastare e prevenire il fenomeno dei “bambini carretto”, minorenni impiegati come manodopera irregolare nelle miniere della zona.

Il Colonnello Devastato, Addetto per la Difesa in Nigeria, ha infine trasmesso il plauso dell’Ambasciatore d’Italia in Nigeria, Stefano Pontesilli, per l’attività svolta da Nave Marceglia ed il suo equipaggio nel supporto e scorta della Motonave Queen Zenobia dello scorso 8 ottobre 2021: prima occasione assoluta in cui si è proceduto all’arresto in fragrante degli intrusi a bordo di un mercantile, grazie all’azione di coordinamento con gli assetti navali della Marina Nigeriana.

La caratura degli ospiti ha reso la visita a bordo un’occasione unica ed eccezionale per dimostrare gli sforzi del Sistema Paese per garantire la sicurezza delle vie marittime e tutelare gli interessi strategici nazionali in Golfo di Guinea. (Andrea Maria Chiodaroli/Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform