direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Un romanzo di Carlo Bosso: “L’altra metà del mondo”, una storia di emigrazione piemontese

CULTURA

 

 

TORINO – Si racconta una storia di emigrazione piemontese  nel romanzo di Carlo Bosso “L’altra metà del mondo” (Genesi Editrice, Torino 2020) .

Il protagonista, Orazio Bosso, compie la traversata dell’Atlantico e approda a New York, dove sull’Isola della Libertà è stata appena collocata l’anno prima l’omonima Statua regalata agli Stati Uniti da Napoleone III. Siamo nel 1887 . L’America attira emigranti da tutta l’Europa. Orazio è un contadino del torinese che sa leggere, scrivere e fare di conto. Il podere è troppo piccolo per mantenere tutti, per cui non gli resta che cercare l’avventura nel nuovo mondo. A New York, vivrà una storia d’amore con la bella, e sposata, Camilla. Per Orazio si apre poi l’avventura della Pista dell’Oregon, il favoloso Far West che conduce al versante Ovest degli Stati Uniti. Compie l’attraversamento sui tradizionali carri Conestoga, ospite del vecchio Jacob e in sodalizio col nuovo amico Tommy. Combatte anche un conflitto d’amore con Joe O’Gara per assicurarsi le grazie della bella irlandese Maureen Connolly. Orazio e Maureen vivono nella loro casa nella prateria, all’ombra delle Black Hills, nel Wyoming: hanno due figli e fanno progetti per il futuro. Ma la ruota del destino prende un’altra direzione…

Carlo Bosso è nato nel 1953 a Torino, città dove risiede attualmente. Ha intrapreso un percorso di studi umanistici laureandosi in Lettere e Filosofia presso l’Università degli studi della sua città natale con una tesi di tipo interdisciplinare dedicata ai problemi di stratificazione sociale in Torino nel periodo 1920-1940. Ha lavorato per oltre 30 anni presso varie aziende nazionali ed internazionali sempre nell’area delle Risorse Umane .

Nel poco tempo libero a disposizione si è dedicato alla sua principale passione, vale a dire all’arte della scrittura. Ha così pubblicato due sillogi poetiche intitolate rispettivamente Schizzi sinfonici (1987) e Appunti di viaggio (1991), entrambe con la casa editrice Pentarco di Torino.

È stato premiato in vari concorsi tra cui Città di Carmagnola, Superga, Palazzo Grosso, e Monferrato. Nel 1990 è stato vincitore del primo premio assoluto al concorso Il Centenario. Ha poi esordito nel mondo della prosa pubblicando nel 1996 il romanzo La luna e le ombre (L’Autore libri – Firenze), seguito nel 2016 dal romanzo Memorie di Crimea (Genesi, Torino) e nel 2017 Terre di amori e di ombre, idem. È stato collaboratore della rivista Comunico e ha partecipato con vari autori alla stesura del libro curato da Alessandro Lucchini La Magia della Scrittura edito da Sperling & Kupfer (2005). Negli anni recenti ha collaborato a varie iniziative editoriali del­la casa editrice Pagine di Roma tra le quali l’antologia I riflessi dell’anima, Le Pagine del Poeta, I Poeti Contemporanei ed Il Calendario del Poeta. (Inform)

 

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform