direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Su We the Italians l’intervista a Salvatore LaGumina, grande conoscitore dell’emigrazione e della presenza italiana a Long Island

ITALIANI ALL’ESTERO

Lo studioso è fondatore e direttore del Centro di Studi Italoamericani al Nassau Community College

 

NEW YORK – Su We the Italians l’intervista di Umberto Mucci a Salvatore LaGumina, grande conoscitore dell’emigrazione e della presenza italiana a Long Island, fondatore e direttore del Centro di Studi Italoamericani al Nassau Community College.

LaGumina ripercorre la storia dell’emigrazione italiana in loco, cui ha dedicato anche un libro, ricordando come gli italiani siano divenuti nel giro di tre generazioni il più grande gruppo etnico di Long Island. La loro presenza risale già all’epoca della grande ondata migratoria verso gli Stati Uniti. “La maggior parte degli immigrati italiani si stabilirono in vari centri a New York, dove formarono identificabili quartieri italoamericani, da Mulberry Street a Arthur Avenue nel Bronx, ad alcune zone di Brooklyn, del Queens e di Staten Island. Gli agenti immobiliari di Long Island si impegnarono a vendere immobili agli italiani in queste Little Italy. Tra i più famosi personaggi del settore immobiliare a Long Island – ricorda LaGumina – c’era Generoso Pope, il creatore del giornale Il Progresso Italo-Americano, che insieme ad altri creò a Long Island una piccola comunità chiamata San Remo. Pope inoltre arrivò a regalare lotti di terreno a chi si abbonava per un anno al suo giornale. È così che un certo numero di italiani si spostò in questa zona negli anni ’20 e ’30. Ora, generazioni dopo, i loro discendenti vivono ancora lì”.

Tra i primati di questa presenza, anche l’elezione del senatore Alfonse D’Amato, l’unico italoamericano dello Stato di New York mai eletto nel Senato federale – segnala LaGumina, che ricorda anche i successi nel settore educativo, con la presidenza affidata a italoamericani, circa 20 anni fa, di tre college di Long Island.

Tra gli approfondimenti svolti, anche quello sulla partecipazione italo-americana alla seconda guerra mondiale, oggetto di un libro di LaGumina, mentre tra poco uscirà “The Office of Strategic Services and Italian Americans. The untold story”, sul ruolo degli italoamericani nell’organizzazione dell’intelligence americana precedente la Cia.

Per l’intervista completa: http://wetheitalians.com/component/content/article/329-umberto-mucci-s-interviews-it/26063-gli-italoamericani-di-long-island-incontriamo-il-prof-salvatore-lagumina. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform