direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Su We the Italians l’intervista a Lee Casazza sulla cucina italo-americana

ITALIANI ALL’ESTERO

Autrice del libro di ricette “Big Mamma’s Italian-American Cookbook”, Casazza svela i segreti della cucina nata dall’incrocio della tradizione italiana, esportata dagli emigrati, con sapori e prodotti americani

 

NEW YORK – Su We the Italians l’intervista di Umberto Mucci a Lee Casazza, autrice di “Big Mamma’s Italian-American Cookbook”, libro dedicato alla cucina italo-americana. Nel volume 116 ricette preparate dall’autrice e trasmesse attraverso tre generazioni nelle famiglie Casazza e Noviello.

Casazza illustra nascita e caratteristiche della cucina italo-americana, che riflette “in che modo gli italiani sono diventati americani, attraverso molte difficoltà, ma senza perdere il loro amore per l’Italia” ed è un mix di sapori e prodotti.

“Gli italoamericani furono sin dall’inizio particolarmente abili a fare molto con il poco che avevano, e portarono con loro dall’Italia diverse ricette e tradizioni culinarie. Si identificavano particolarmente con le loro origini culinarie regionali e le adattarono alle caratteristiche del loro nuovo mondo. Ciò significò – spiega Casazza – aggiungere diversi ingredienti e inventare nuovi piatti legati ai prodotti che avevano a disposizione e al differente gusto dei nuovi luoghi in cui vivevano. Questo nuovo tipo di cucina poi si diffuse in tutto il paese ed è diventato la cucina italoamericana”, una “rappresentazione della gioia di essere italiani in America”.

Richiamati alcuni tra i piatti più tipici di questo tipo di cucina – Eggs in Purgatory (uova e salsa di pomodoro), Chicken Parmesan Stromboli (calzone ripieno di carne, peperoni e formaggio), Chicken Vesuvio (pollo al forno con patate e origano), fettuccine Alfredo (pasta con panna, burro e formaggio), Shrimp Scampi (gamberetti salati con burro, aglio, olio d’oliva, erbe e peperoncino), sino ad arrivare al piatto più amato, Spaghetti con meatballs (polpette). Illustrate anche le differenze tra le due tradizioni, o come il nome di piatti italo-americani possa trarre in inganno gli italiani, come la diffusissima Pepperoni pizza (pizza con salame piccante, senza peperoni). Per l’intervista completa: http://wetheitalians.com/component/content/article/329-umberto-mucci-s-interviews-it/24577-la-cucina-italoamericana-we-the-italians-like-it. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform