direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Su We the Italians l’intervista a Gino Serra, vice console onorario italiano a Kansas City

ITALIANI ALL’ESTERO

Attività del vice console, presenza italiana e strumenti per alimentare il legame tra quest’area e il nostro Paese gli argomenti affrontati nell’intervista

 

NEW YORK – Su We the Italians l’intervista di Umberto Mucci a Gino Serra, vice console onorario italiano a Kansas City, che illustra la sua attività legata in prevalenza ai visti per studenti americani che vogliono trascorrere un periodo in Italia, alle diverse certificazioni necessarie ai cittadini italiani residenti in loco e all’assistenza di connazionali che si trovino temporaneamente nella giurisdizione di sua competenza (Stato del Kansas e Missouri occidentale).

Cento o duecento il numero di cittadini italiani in loco quantificato da Serra, cui si aggiunge una stima di circa 250 mila italo-americani, “perché – ricorda Serra – Kansas City e St. Louis sono state due grandi destinazioni per l’emigrazione italiana per 100 anni”. “La popolazione americana italiana è numerosa, ma stiamo parlando di italiani di terza, forse quarta generazione, che in alcuni casi hanno perso il loro collegamento con l’Italia – afferma il vice console onorario, ricordando l’importanza delle industrie presenti nell’area (lavorazione della carne e ferrovie) che hanno condizionato l’arrivo di immigrati. Molti italiani trovarono lavoro anche nelle miniere di carbone di Pittsburg e hanno lasciato tracce nei quartieri da loro abitati, ma anche nell’architettura degli edifici.

Tra i progetti di collaborazione attivi con l’Italia viene richiamata la “Hidden treasures of Rome” (Tesori nascosti di Roma), in corso tra l’Università del Missouri e i Musei Capitolini di Roma e che riguarda la catalogazione e il restauro di materiale archeologico. Serra è anche tra i fondatori della Camera di commercio italiana a Kansas City, che si propone di rafforzare i legami dell’Italia con questa parte degli Stati Uniti, di rialimentare il legame degli italo-americani con la terra di origine, anche di quelli più giovani, e di creare un collegamento tra tale collettività e i connazionali giunti in loco recentemente. Per l’intervista completa: http://wetheitalians.com/index.php/component/content/article/329-umberto-mucci-s-interviews-it/17319-l-italia-in-kansas-caravaggio-una-storia-di-emigrazione-e-un-nuovo-progetto-per-far-crescere-gli-scambi-commerciali. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform