direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Sportello per l’autoimpresa dei migranti presentato a Roma

MIGRAZIONI

Il prefetto Matteo Piantedosi: “attesi notevoli benefici riguardo ai processi di integrazione, da replicare a livello nazionale”

ROMA – È stato presentato alla prefettura di Roma, nell’ambito del progetto “Sportelli Informativi Microcredito e Percorsi Imprenditoriali per la Legalità (SIMPL)”, lo sportello per l’autoimpresa dei migranti, finanziato dal Fondo Asilo, Migrazione e Integrazione 2014-2020 (FAMI).

Il progetto SIMPIL ha come obiettivo il rafforzamento del ruolo della prefettura della Capitale come soggetto promotore di interventi a sostegno dell’inclusione sociale e finanziaria dei migranti che vengono ora guidati in un percorso virtuale sostenuto dall’Ente Nazionale per il Microcredito, per contribuire a sviluppare il tessuto economico e sociale che fa riferimento ai migranti regolari in Italia.

Con il nuovo sportello territoriale per il microcredito, presentato alla presenza del prefetto di Roma, Matteo Piantedosi, gli operatori della prefettura saranno in grado di garantire servizi informativi e di orientamento verso gli strumenti per l’autoimpiego e indirizzare gli utenti sui servizi a supporto dell’autoimprenditorialità.

Con l’attivazione dello sportello digitale – si legge nella nota diffusa dal Ministero dell’Interno, – tutti gli utenti potranno profilarsi e accedere ai percorsi in via totalmente telematica, grazie ad una piattaforma per la formazione a distanza e l’accompagnamento, appositamente predisposta per il progetto SIMPL implementato dalla prefettura.

Questo modello sperimentale, sviluppato dalle expertise della prefettura e dell’Ente Nazionale per il Microcredito, potrà essere implementato efficacemente su tutto il territorio nazionale, con un coordinamento stabile tra le amministrazioni coinvolte, per assicurare e garantire l’integrazione socio-economica dei migranti, in piena coerenza con gli obiettivi del programma FAMI.

Il prefetto Piantedosi ha espresso grande apprezzamento per il progetto “i cui risultati attesi – ha detto – comporteranno notevoli benefici sia con riguardo ai processi di integrazione dei cittadini stranieri regolarmente soggiornanti sull’area metropolitana di Roma, che – più in generale – come buone pratiche da replicare su tutto il territorio nazionale”.

Alla presentazione hanno preso parte, tra gli altri, il vice prefetto vicario, Raffaela Moscarella, il presidente ENM, Mario Baccini, il segretario generale e il vicesegretario ENM, Riccardo Graziano e Giovanni Nicola Pes. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform