direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Sportello digitale unico, entro un anno 21 procedure interamente online

DIPARTIMENTO POLITICHE EUROPEE

 

ROMA – Il Dipartimento Politiche Europee comunica che entro la fine del prossimo anno i cittadini europei potranno accedere interamente online a 21 procedure amministrative in altri Stati UE, come l’immatricolazione di un’auto o la richiesta di una pensione, eliminando in questo modo la necessità di ricorrere a documenti cartacei. E’ quanto prevede il Regolamento n.1724/2018 che istituisce lo Sportello digitale unico.

Lo Sportello punta alla eliminazione dei molteplici ostacoli che possono incontrare cittadini e imprese dell’UE, soprattutto se operano in un altro paese europeo. Ad esempio, la comprensione delle norme, i passaggi necessari per eseguire semplici procedure, la ricerca di informazioni spesso diffuse su diversi siti web, la richiesta di documenti cartacei o di presenza fisica allo sportello di un ufficio, la mancanza di comunicazione dei servizi di assistenza. L’abbattimento di queste e altre barriere consentirà la creazione di un vero mercato unico digitale che favorirà l’attività transfrontaliera di cittadini e imprese.

Da dicembre 2020, le informazioni ed alcuni di questi servizi sono già disponibili attraverso il punto di accesso unico La tua Europa (Your Europe) che, grazie al reindirizzamento ad una rete di portali nazionali, è già in grado di fornire informazioni di qualità e aggiornate su come le norme europee sono applicate in ciascun paese dell’UE per gli utenti transfrontalieri, nonché sui servizi di assistenza disponibili.

Ma tra dodici mesi, dal 12 dicembre 2023, 21 procedure che riguardano eventi relativi alla nascita, la residenza, lo studio, il lavoro, il trasferimento, il pensionamento e l’avvio, la gestione e la chiusura di un’impresa saranno completamente disponibili online in tutti i paesi dell’UE per gli utenti transfrontalieri. Sarà inoltre incluso un sistema per trasferire i documenti necessari per queste procedure tra le autorità nazionali di diversi paesi dell’UE. Ad esempio, un diploma ottenuto in un paese può essere condiviso con le autorità nazionali di un altro, dove è necessario per avviare un’attività. E’ il cosiddetto sistema tecnico ‘una tantum’ (Once Only technical System – OOTS), in virtù del quale le autorità pubbliche di tutta l’Unione Europea sono collegate tra loro e possono scambiarsi documenti ufficiali e dati su richiesta dei cittadini.

Lo Sportello è già attivo: è sufficiente collegarsi al portale La Tua Europa (Your Europe) e utilizzare il modulo di ricerca che orienta l’utente verso i siti web europei e nazionali più utili. Inoltre, nella sezione del nostro sito dedicata allo Sportello unico digitale sono disponibili pagine di approfondimento su obiettivi, tempi e vantaggi.  (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform