direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Spazio e sostenibilità: dal 20 marzo al 14 aprile a Pristina la mostra fotografica “Looking Beyond”

RETE DIPLOMATICA

 

PRISTINA – A un anno dalla sua riapertura al pubblico, l’Osservatorio Astronomico di Pristina in collaborazione con l’Ambasciata d’Italia in Kosovo ospita la mostra di immagini satellitari “Looking Beyond. Guardare oltre”, promossa dal Ministero italiano degli Affari Esteri col contributo dell’Agenzia Spaziale Italiana (ASI) e delle aziende e-GEOS e Telespazio attive nel campo delle soluzioni e dei servizi satellitari. L’inaugurazione è in programma lunedì 20 marzo alle ore 17.30 al “Palazzo della Gioventù e Sport” in cui ha sede l’Osservatorio, con la partecipazione dell’Ambasciatore Antonello De Riu, del Sindaco di Pristina Përparim Rama, oltre che del curatore della mostra Filippo Maggia, fra i maggiori esperti italiani di fotografia contemporanea. Dopo l’inaugurazione, l’esibizione sarà aperta al pubblico (ingresso gratuito) tutti i giorni dal lunedì al venerdì (ore 11.00 – 18.00) fino al 14 aprile, nel contesto della “Giornata della ricerca italiana nel mondo”. “Il progetto – spiega l’Ambasciatore De Riu – consiste in un percorso espositivo di immagini acquisite dalla costellazione satellitare COSMO SkyMed teso a valorizzare la ricerca italiana su scienza e spazio e sensibilizzare il pubblico sui molteplici utilizzi delle tecnologie di rilevamento satellitare, in particolare in campo agricolo, nel settore delle infrastrutture, in materia di prevenzione e gestione del cambiamento climatico e dei disastri ambientali. La mostra – aggiunge il diplomatico – rappresenta un’occasione per presentare e condividere un approccio in cui l’Italia crede fermamente, quello di mettere la scienza al servizio della pace, della sicurezza e della prosperità del nostro pianeta. Un evento che è al tempo stesso culturale e scientifico e che siamo orgogliosi di portare all’Osservatorio di Pristina, riaperto al pubblico dopo tanti anni grazie alla tenacia di un gruppo di giovani e appassionati kosovari”. Per Suhel Ahmeti, responsabile dell’Osservatorio e Presidente dell’Astronomy Club of Kosovo (ACK), “l’obiettivo della mostra, per cui ringraziamo vivamente l’Ambasciata italiana, è offrire al pubblico la possibilità di riflettere sul contributo delle tecnologie satellitari all’osservazione della Terra, alla promozione dello sviluppo sostenibile e alla tutela del patrimonio naturale e culturale. Più in generale, attraverso questa esibizione, la cui inaugurazione cade in un giorno molto speciale per noi e cioè il nono anniversario della fondazione del nostro Club, contiamo di accrescere l’interesse del pubblico kosovaro verso le tematiche legate all’astronomia e allo spazio”. COSMO-SkyMed è uno dei programmi più innovativi nel campo dell’osservazione della Terra, finanziato dall’ASI e dai Ministeri italiani della Difesa e dell’Università. Il sistema si basa su una configurazione di quattro satelliti dotati di sensore SAR (Synthetic Aperture Radar), capaci di osservare il pianeta sia di giorno che di notte, in qualsiasi condizione atmosferica. Concepito per scopi duali, il programma è in grado di soddisfare esigenze civili e militari. L’Osservatorio Astronomico di Pristina, inaugurato per la prima volta nel 1977, è stato in funzione per soli 3-4 anni, servendo tuttavia come centro scientifico ed educativo e come hub di cooperazione tra Oriente ed Occidente durante la Guerra Fredda. Nel 2022, dopo 43 anni di inattività e grazie al contributo della Missione UN in Kosovo (UNMIK) e del Comune di Pristina, ha riaperto i battenti su impulso di alcuni giovani appassionati di spazio. Il centro dispone di diversi telescopi e di una stazione meteorologica. Organizza eventi scientifici e sessioni di osservazione dello spazio, soprattutto in occasione delle eclissi. La Giornata della Ricerca Italiana nel Mondo è promossa dal Ministero dell’Università e della Ricerca con il supporto del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale con l’obiettivo di valorizzare il contributo dei ricercatori italiani alla scienza internazionale. È celebrata simbolicamente intorno al 15 aprile, anniversario della nascita del genio italiano Leonardo Da Vinci. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform