direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Spagna, il 14° Festival del Cinema Italiano di Madrid si conclude domani al Cinema Paz con la cerimonia di premiazione e la proiezione di “Io sono Babbo Natale” di Edoardo Falcone

CINEMA

Organizzato dall’Istituto Italiano di Cultura e sotto l’egida dell’Ambasciata d’Italia

Domani saranno annunciati i nomi dei vincitori dell’edizione di quest’anno, alla quale hanno partecipato più di 30 titoli, una selezione del miglior cinema italiano. La giuria ha già rivelato i cinque finalisti del Premio Solinas Italia-Spagna 2021: un premio che, alla sua sesta edizione, promuove di nuovo le coproduzioni tra cinema italiano, spagnolo e latino-americano. Quest’anno Giuseppe Piccioni ha ricevuto il “Premio alla carriera”, e la Commedia all’italiana e il cinema giovanile del Giffoni Film Festival hanno avuto un posto di rilievo nelle attività parallele del festival. In un impegno verso la frequentazione diretta, senza trascurare lo streaming per la visione dei lungometraggi, la sede si è trasferita nel centralissimo Cine Paz in seguito a un’alleanza che dimostra il suo chiaro obiettivo di diffondere e celebrare il cinema italiano contemporaneo

 

MADRID  – Si sta concludendo la 14^  edizione del Festival del Cinema Italiano di Madrid, organizzato dall’Istituto Italiano di Cultura di Madrid e sotto l’egida dell’Ambasciata d’Italia a Madrid.

Domani, 2 dicembre, dopo una settimana piena di una selezione del miglior cinema italiano contemporaneo, i nomi dei progetti vincitori saranno annunciati in un gala che inizierà alle 20:00 al Cine Paz di Madrid. Dopo la premiazione, e come tocco finale, il pubblico potrà godere della proiezione del film Io sono Babbo Natale, di Edoardo Falcone, ultimo film in cui ha partecipato il gran attore italiano Gigi Proietti, scomparso a novembre dell’anno scorso.

In attesa di questo momento, la giuria di quest’anno, composta da Andrea Di Blasio, Annamaria Granatello, Marina Marzotto, Silvio Maselli, Marialuisa Pappalardo, Alessandra Picone, Chiara Sfregola e Ines Vasiljevic, ha annunciato i cinque finalisti del Premio Solinas Italia-Spagna 2021, concorso giunto alla sesta edizione. Promosso in collaborazione con l’Istituto italiano di Cultura di Madrid, ha lo scopo di favorire le coproduzioni tra il cinema italiano, spagnolo e latino-americano attraverso un premio a soggetti pensati peruna possibile coproduzione.

Dopo aver esaminato fino a 75 progetti presentati in forma anonima, i progetti che si contenderanno domani il premio per la migliore sceneggiatura, del valore di 1.000 euro, sono: • Així en terra di Alessandro De Francesco; •De Resaca di Luigi Manca e Francesco Tosco; • Il ruolo della loro vita (titolo originale El papel de sus vidas) di Rubén Fernández Manzanera ; •Manuale distruzione sentimentale (titolo originale. Il metodo Moscow Mmule) di Caterina Salvadori; • Mundial (titolo originale Fiesta) di Annibale Gagliani

Alla cerimonia di premiazione sarào presente la presidente e direttrice del Premio Solinas, Annamaria Granatello.

Una settimana del miglior cinema italiano contemporaneo

Il festival è tornato quest’anno con il fermo impegno di essere presente di persona, senza rinunciare all’esperienza dello streaming nella proiezione dei suoi lungometraggi, con l’obiettivo di rendere il miglior cinema italiano accessibile a tutti i tipi di pubblico e arrivare anche oltre i confini di Madrid. Fino a domani, giovedì, saranno proiettati più di 30 titoli: 6 cortometraggi, 6 documentari e 9 lungometraggi, una selezione delle migliori produzioni italiane dell’anno che sono state presentate in Spagna in anteprima attraverso questo festival, nel Vose.

Alcuni dei creatori dei film partecipanti hanno visitato la capitale per presentare i loro progetti, come Valentina Gaia, sceneggiatrice di Una relazione di Stefano Sardo, Alessandro Capitani, regista de I nostri fantasmi, o Paolo Costella, regista di Per tutta la vita. Presente ad un emozionante gala in cui il noto duo Ceccarelli&Spinetti ha fatto da colonna sonora con il concerto “Ascoltando il Cinema”, Giuseppe Piccioni, ha ricevuto il suo “Lifetime Achievement Award” come riconoscimento per una vita di dedizione alla settima arte.

Oltre ai film in concorso, diverse attività parallele si sono svolte questa settimana nella sede dell’Istituto Italiano di Cultura. Da un lato, i più giovani hanno avuto uno spazio molto speciale con una giornata dedicata al Giffoni Film Festival, il famoso festival del cinema giovanile, numero uno al mondo, che si tiene a luglio nella cittadina italiana di Giffoni Valle Piana, in Campania dal 1971. D’altra parte, il genere di cui gli italiani vanno tanto fieri, l’incomparabile e inimitabile Commedia all’italiana, è stato il protagonista delle mattinate, con la proiezione di film leggendari di Vittorio de Sica, Ettore Scola, Mario Monicelli e Carlo Verdone.

Quest’anno l’evento ha cambiato sede e si è trasferito nel centralissimo Cine Paz, il quarto cinema attivo più antico di Madrid, noto per difendere il miglior cinema europeo, sia attraverso la sua line-up di anteprime che le sue collaborazioni con i festival. Con questa alleanza con il Festival del Cinema Italiano di Madrid, hanno dimostrato il loro chiaro obiettivo di diffondere e celebrare il cinema italiano contemporaneo, mostrando il loro pieno appoggio a uno degli eventi più consolidati della capitale.

Titoli e Sezioni in concorso:

Cortometraggi: • Il gioco, di Daniele Pini; • Il turno di Chiara Marotta e Loris Giuseppe Nese; • L’incanto di Chiara Caterina; • La preghiera della sera di Giuseppe Piccioni; •Big di Daniele Pini; • Coriandoli di Maddalena Stornaiuolo

Documentari: • La macchina delle immagini di Alfredo C.di Roland Sejko, Ezio Bosso;

  • Le cose che restano di Giorgio Verdelli; • Senza fine di Elisa Fuksas; • Il palazzo di Federica Di Giacomo; • Empty man di Davide Romeo Meraviglia; • Game of the year di Alessandro Redaelli

Lungometraggi: • Una relazione di Stefano Sardo, con la presenza della sceneggiatrice del film Valentina Gaia; • Il silenzio grande di Alessandro Gassmann; • I nostri fantasmi di Alessandro Capitani, con la presenza del regista; • Mother lode di Matteo Tortone; •Yaya e Lennie di Alessandro Rak; •Per tutta la vita di Paolo Costella, con la presenza del regista; •Mondocane di Alessandro Celli; • Il bambino nascosto di Roberto Andò (Alessandra Grassi/Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform