direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Si è chiusa nel sud della Cina la quinta edizione della Settimana della Cucina Italiana nel Mondo

EVENTI

Evento catalizzatore delle varie attività, la seconda edizione dell’Italian Food Festival, con l’ambasciatore d’Italia Luca Ferrari e il console generale a Guangzhou, Lucia Pasqualini

CANTON – Si è chiusa nel sud della Cina la quinta edizione della Settimana della Cucina Italiana nel Mondo. Evento catalizzatore delle varie attività, la seconda edizione dell’Italian Food Festival che si è tenuto nel fine settimana del 28-29 novembre al Florentia Village di Foshan, un outlet italiano del lusso nel cuore della Cina meridionale, alla presenza dell’ambasciatore d’Italia a Pechino, Luca Ferrari, per la prima volta in visita ufficiale nel Sud della Cina. Migliaia i visitatori del Florentia Village e gli ospiti che hanno avuto l’opportunità di vivere un’esperienza tipicamente italiana. L’evento gastronomico, organizzato dal Consolato generale d’Italia a Guangzhou, in collaborazione con i ristoratori e le aziende italiane, ha promosso non solo l’arte del buon cibo italiano,  ma anche il meglio del Made in Italy in perfetto stile italiano. Ad accogliere i visitatori cinesi provenienti da tutto il Guangdong anche due bellissime Maserati e delle Vespe Piaggio su cui i bambini hanno fatto molte foto.

Durante i due giorni si sono tenute gare per pizzaioli cinesi, confronti tra pasta fatta a mano italiana e  cantonese, attività per bambini e tanta musica, il tutto per ricreare l’atmosfera di una “Festa Italiana”. Insieme alla comunità italiana, il Consolato – si legge nella nota diffusa in proposito – ha portato il meglio dell’Italia a Foshan per gli amici cinesi che quest’anno non hanno potuto viaggiare nel nostro Paese. Nonostante le  difficoltà degli ultimi 10 mesi, il Sistema Italia nel Sud della Cina continua a lavorare per le aziende italiane.

Durante l’Italian Food Festival sono stati promossi anche i vini italiani e per l’occasione i kiwi provenienti dall’Italia, un prodotto molto amato dai cinesi per il quale vi è il protocollo per l’importazione in Cina, ma ancora poco diffuso in questo Paese. Pochi sanno che l’Italia è il secondo produttore di kiwi al mondo, mentre i cinesi ne sono grandissimi consumatori. I kiwi, offerti dalla Cooperativa Agricola Naturitalia, sono andati esauriti in poche ore. I prodotti italiani nel sud della Cina sono amati dai cinesi perché sani e biologici. Ma sono andati a ruba anche i panettoni artigianali italiani, il caffè e tanti altri prodotti.

“Visto che quest’anno non siete potuti andare in Italia, abbiamo deciso di portarvi l’Italia in Guangdong – ha detto la console generale Lucia Pasqualini durante la cerimonia di inaugurazione del Festival. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform