direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Sardi in Svizzera, rinnovato il direttivo del circolo “Nuraghe” di Losanna

ASSOCIAZIONI

Confermata presidente Josiane Masala. La segretaria Roberta Pilia: “Abbiamo raccolto la non facile sfida portata avanti dalla Federazione dei circoli sardi in Svizzera sul ruolo e l’importanza dei giovani nei circoli e nell’emigrazione”

LOSANNA –  Rinnovato il direttivo del circolo “Nuraghe” di Losanna. Presidente è stata confermata Josiane Masala

I componenti del direttivo: Luigi Gigi Masia, vicepresidente; Roberta Pilia, segretaria;Antonio Manca , vicesegretario; Damiano Monni, consigliere; Stéphanie Masala,consigliera; Marta Mameli,  Gruppo giovani; Daniela Duc Demontis, tesoriere; Nicola Philbert, Gruppo giovani;  Santiago Agustino. Revisori dei Conti : Massimo Madau, Raffaele Spinello, Francesca Fais: Probi Viri: Salvatore Manca, Antonio Pulina, Salvatore Salis.

“Con il rinnovo del direttivo, il Circolo Nuraghe di Losanna  ha raccolto – sottolinea la segretaria Roberta Pilia – la non facile sfida portata avanti dalla Federazione dei circoli sardi in Svizzera sul ruolo e l’importanza dei giovani nei circoli e nell’emigrazione. Il nuovo direttivo composto di dieci membri potrà contare su ben cinque nuovi membri, tra i quali il giovanissimo Nicola Philbert di diciannove anni ,alla sua prima esperienza associativa. Da sempre i circoli hanno avuto a cuore il problema dei giovani: come attirarli, come mantenerli nel loro cerchio di attività interessandoli, utilizzandone le energie, le forze innovative, il loro modo di essere sardi diversamente, per poterli poi incaricare della custodia e del passaggio dell’eredità. La partecipazione alle giornate organizzate dalla Federazione intorno ai giovani ha suscitato una profonda, talvolta dolorosa, riflessione nell’associazione. Il problema è reale. Non si tratta solamente di garantire il passaggio del testimone, il tramandare tradizioni e radici di una terra, la nostra, prima che prevalga l’allontanamento di fatto e quello emotivo, ma anche di vederli partecipare attivamente alla vita del circolo, fornire spunti e diversi angoli, e angoli diversi (!) di prospettiva, attivare nuove energie, far conoscere, ancora e ancora la Sardegna, grazie alle loro connessioni. Tutti i direttivi auspicano una partecipazione, e trasmissione, articolata e continuativa, uno sguardo alla realtà attuale del mondo sardo, senza dimenticare la tradizione. È questa la linea operativa e costruttiva che il Circolo “Nuraghe”, guidato dal direttivo appena entrato in funzione: ri-nnovare. Tutti noi che operiamo in un contesto di volontariato, sappiamo quanto benefica possa essere la partecipazione dei giovani senza nulla togliere alla vecchia guardia. E tutti noi non dovremmo mai perdere di vista, nella problematica generazionale, che la conoscenza e l’apprendimento non sono unilaterali ma multilaterali e pluridirezionali: il professore che è in me lo sa benissimo, probabilmente ho più appreso io dai miei alunni che loro da me. Noi, vecchi e nuovi del “Nuraghe”, ci crediamo. Abbiamo cercato di rispondere alle attese che i nostri giovani hanno avanzato nel corso delle giornate a Zurigo e stillato una programmazione di massima che preveda momenti della tradizione, come la cultura del carnevale, come pure momenti più dinamici e di apertura per i giovani e la nuova migrazione, cinema, atelier sportivi ed enogastronomici”. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform