direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Regione Friuli Venezia Giulia, missione di Fedriga a New York: Rafforzare relazioni su economia e cultura

REGIONI

Nella delegazione l’assessore Roberti

 

TRIESTE – “La Regione sta valutando tutte le possibilità di scambio con gli Stati Uniti che possano portare dei benefici alle nostre realtà produttive, le quali nella fase post-Covid si sono rese protagoniste di un importante rilancio dell’export regionale. Nel concreto, alcune di queste opportunità per eventuali accordi con le istituzioni statunitensi sono già in fase di studio grazie all’operato dell’Agenzia Lavoro & SviluppoImpresa”.

Lo ha detto il presidente della Regione Friuli Venezia Giulia, Massimiliano Fedriga, in missione istituzionale a New York dove, accompagnato dall’assessore regionale alle Autonomie locali e ai Corregionali all’estero Pierpaolo Roberti, ha incontrato i vertici dell’Italian Trade Agency (Ita), l’Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane.

Come ha spiegato Fedriga, l’ottica è quella di rafforzare le relazioni commerciali con gli Stati Uniti rappresentando una delle regioni italiane più dinamiche nell’ambito dell’innovazione e della ricerca applicate all’industria.

“Oltre a questo – ha aggiunto il presidente della Regione  -, il fattore logistico legato alla portualità, anch’esso in forte espansione, fa del Friuli Venezia Giulia una piattaforma ideale per i traffici con il Centro Europa e i Balcani”.

Fedriga ha incontrato il console generale d’Italia a New York Fabrizio Di Michele, con il quale, oltre all’appuntamento con Ita e il direttore Antonio Laspina, ha incontrato anche Fabio Finotti, direttore dell’Istituto Italiano di Cultura che ospita la mostra dei mosaici del Friuli Venezia Giulia. Nell’occasione Fedriga ha anche ricordato, nell’ottica di eventuali collaborazioni con l’Istituto stesso, l’importante evento internazionale che vedrà protagonista il Friuli Venezia Giulia nel 2025 con Gorizia e Nova Gorica Capitale europea della cultura.

La delegazione regionale, inoltre, su invito dell’ammiraglio Enrico Credendino (capo di Stato maggiore della Marina Militare Italiana), è salita a bordo del cacciatorpediniere Caio Duilio ormeggiato al porto di New York, dove Fedriga ha incontrato le più alte autorità politiche e della difesa.

Nel corso della missione ci sono stati anche incontri con i maggiori operatori finanziari italiani a New York . Stipulato un accordo tra la Regione e l’Ice-Agenzia per la promozione all’estero e l’internalizzazione delle imprese italiane, rappresentata dal direttore Antonio Laspina.

“Questo sottoscritto a New York è un accordo innovativo, che punta a intercettare, nei mercati target per il Friuli Venezia Giulia, potenziali operatori economici interessati a investire nel nostro territorio”, ha commentato il presidente del Fvg a margine della firma dell’accordo .

Obiettivo dell’intesa,  la promozione del Friuli Venezia Giulia quale destinazione di nuovi investimenti, in quanto attività strategica collegata al Programma di marketing territoriale recentemente approvato dalla Giunta regionale. A tale riguardo, l’operatività della Regione per la messa in atto dell’accordo viene svolta dall’Agenzia Lavoro&SviluppoImpresa, la quale si interfaccerà direttamente con il desk statunitense.

In relazione al Programma regionale, come ha ricordato Fedriga, esso definisce gli obiettivi di marketing e il piano di azione da realizzare per promuovere il Friuli Venezia Giulia e le sue opportunità all’estero, tenendo conto dei settori e dei Paesi prioritari individuati (tra cui spiccano gli Stati Uniti) per questo tipo di attività.

Il presidente Fedriga , accompagnato dall’assessore Roberti, ha inoltre incontrato il Gruppo esponenti italiani (Gei) di New York che riunisce i principali operatori italiani finanziari ed economici presenti nella Grande mela. In questo contesto Fedriga ha ribadito i punti di forza sul piano produttivo e degli investimenti della regione – su tutti logistica e innovazione – ricordando la capacità di ripresa dalla crisi generata dalla pandemia che ha portato al conseguimento di una serie di risultati (export, Pil e incremento occupazionale) che collocano il Friuli Venezia Giulia come uno dei territori che ha reagito meglio nella fase post-Covid. Fedriga  ha poi illustrato agli associati del Gei le opportunità che la regione offre sul piano della ricerca avanzata e dei parchi tecnologici, anche in questo caso all’interno di un panorama nazionale che vede il Friuli Venezia Giulia come una delle regioni più innovative d’Italia.

Infine Fedriga e Roberti hanno preso parte all’inaugurazione, nella sede dell’Istituto italiano di cultura, della mostra dei mosaicisti Stefano Miotto e Giovanni Travisanutto.

“Questa mostra non solo accende i fari su una delle tante eccellenze della nostra regione nel cuore di una delle metropoli più importanti del mondo – dove peraltro l’impronta del Friuli Venezia Giulia è ben presente nella storia e nell’attualità con i tanti mosaici della metropolitana – ma apre anche a nuove possibilità di sviluppo economico”.

Così l’assessore regionale alle Autonomie locali, Pierpaolo Roberti, nel corso dell’inaugurazione della mostra dei mosaicisti friulani Stefano Miotto e Giovanni Travisanutto, allestita all’interno dell’Istituto italiano di cultura di New York ,davanti ad una platea composta da una folta rappresentanza delle associazioni dei corregionali all’estero.

Come ha spiegato Roberti – dopo aver rivolto un ringraziamento alle associazioni per lavoro svolto nel dare lustro al territorio regionale con una delle sue grandi eccellenze – “questo evento è uno dei tasselli che ancora una volta ci fa capire quale sia il prezioso ruolo dei sodalizi dei corregionali, che rappresentano per questa Amministrazione non solo un patrimonio culturale e storico, ma anche un ponte per facilitare rapporti economici ed opportunità di sviluppo con i nostri emigrati nelle vesti di veri è propri ambasciatori”.

“Di questo – ha aggiunto Roberti – ne è un esempio la missione di questi giorni che, oltre a questa iniziativa di valenza storica e culturale di assoluto rilievo dei mosaici, ha portato anche ad incontri e canali per possibili investimenti statunitensi in regione e al contempo – ha concluso – a nuove possibilità di internazionalizzazione delle nostre aziende oltreoceano”. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform