direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Quasi pronta la “Città della scienza” a Luoyang

ITALIA-CINA

Cinque edifici a impatto zero. Il progetto è il più grande che l’Italia ha in corso di realizzazione in Cina

 

ROMA – La nascita della Città della scienza sino-italiana è sempre più vicina. Nei giorni scorsi si è tenuta una conferenza bilaterale sulla Luoyang Sino-Italian Science City, la cui costruzione si trova oggi in fase avanzata, con la partecipazione di rappresentanti dell’Ambasciata italiana a Pechino, del Politecnico di Torino e di imprese provenienti dal Piemonte. Durante l’evento – segnala la Farnesina – è stata discussa la collaborazione sino-italiana a Luoyang, che presenta le caratteristiche per essere uno degli esempi di successo della cooperazione bilaterale, frutto dell’attenzione alle aree emergenti della Cina, e che offre concrete opportunità al nostro Paese.

Il progetto prevede la realizzazione di cinque grandi edifici a impatto zero; le strutture sono dotate di una copertura fotovoltaica che produce l’energia per il funzionamento delle pompe geotermiche per il riscaldamento; l’isolamento e la ventilazione garantiscono che gli edifici siano ad energia zero. Il complesso si trova al centro della zona di espansione di Luoyang – che avrà a regime 600.000 abitanti – ed è situato nelle vicinanze della Università Normale di Luoyang. Numerose imprese italiane hanno già sottoscritto accordi d’insediamento nel centro all’interno del quale saranno installati i laboratori di ricerca congiunti.

Sviluppo comunicazione università – ricerca – impresa dei due Paesi

Nel Centro saranno sviluppate le opportunità di cooperazione tra imprese dei due Paesi e la comunicazione diretta università-ricerca-impresa. Il progetto è il più grande che l’Italia ha in corso di realizzazione in Cina. In esso sono coinvolte università e centri di ricerca con la possibilità di realizzare un hub della ricerca italiana, coinvolgendo molte imprese del settore. Il primo degli edifici previsti dovrebbe essere completato entro settembre. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform