direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Proseguono senza sosta le attività addestrative dei militari del Contingente italiano in missione in Lettonia

DIFESA

RIGA (Lettonia) – Si sono svolte nei giorni scorsi, nell’area addestrativa di Camp Adazi, le esercitazioni multinazionali denominate Iron Spear e Furious Axe che hanno visto i militari del contingente italiano in missione in Lettonia, nell’ambito dell’iniziativa enhanced Forward Presence della NATO, schierarsi ed operare fianco a fianco con i colleghi degli eserciti dei Paesi Alleati che partecipano all’Operazione Baltic Guardian.

L’esercitazione Iron Spear è stata condotta con l’intento di dimostrare la forza, la letalità e lo sforzo unitario dei Batlle Groups schierati negli Stati Baltici e in Polonia, mediante l’impiego combinato di carri da combattimento e veicoli da combattimento di fanteria. Obiettivo principale era, ancora una volta, comprovare l’alta mobilità, la capacità di proiezione delle forze e l’integrazione.

Condurre attività tese a rendere realistici ed efficaci gli obiettivi addestrativi della Brigata Meccanizzata Estone, schierata per l’occasione in Lettonia, era invece lo scopo dell’esercitazione Furious Axe condotta a partiti contrapposti.

Quest’ultima attività è stata la prima opportunità di impiego che ha visto coinvolto il plotone ISR (Intelligence Surveillance Reconnaissance), del Reggimento “Lancieri di Novara” (5°) con sede a Codroipo (Pordenone). Quest’ultimo, giunto in Teatro Operativo soltanto il 14 ottobre scorso, già il 19 ottobre si è schierato sul terreno con i suoi assetti esploranti pesanti, su blindo Centauro, e leggeri, su VTLM Lince.

L’Italia è un membro responsabile dell’Alleanza Atlantica e, come tale, onora e condivide gli impegni che discendono da tale appartenenza. La NATO resta, in tal senso, una fonte irrinunciabile di stabilità e di sicurezza.

L’eFP è una chiara dimostrazione, da un lato, della solidarietà e coesione tra Paesi membri e, dall’altro, della determinazione dell’Alleanza Atlantica nella sua missione primaria di difesa dell’integrità territoriale euro-atlantica contro ogni possibile aggressione e minaccia esterna.

Con l’afflusso del plotone ISR il contributo nazionale alla missione il Lettonia è pari a 200 unità. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform