direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Proroga delle missioni internazionali delle Forze armate e di polizia e iniziative di cooperazione allo sviluppo

CONSIGLIO DEI MINISTRI

 

ROMAA – Nella seduta di ieri sera il Consiglio dei ministri ha tra l’altro approvato, su proposta del presidente Matteo Renzi e dei ministri degli Esteri e della Cooperazione internazionale Paolo Gentiloni, della Difesa Roberta Pinotti, dell’Interno Angelino Alfano, un decreto legge recante la proroga delle missioni internazionali delle Forze armate e di polizia, iniziative di cooperazione allo sviluppo e sostegno ai processi di ricostruzione e partecipazione alle iniziative delle organizzazioni internazionali per il consolidamento dei processi di pace e di stabilizzazione.

Per ciò che riguarda la missioni internazionali, le spese di maggiore entità, autorizzate a decorrere dal 1° ottobre al 31 dicembre 2015, sono di: euro 64.987.552 per la proroga della partecipazione di personale militare alle attività della coalizione internazionale di contrasto alla minaccia terroristica del Daesh; euro 58.617.770 per la partecipazione di personale militare alla missione della NATO in Afghanistan; euro 42.820.40 per la proroga della partecipazione del contingente militare italiano alla missione delle Nazioni Unite in Libano; euro 33.486.740 per la proroga della partecipazione di personale militare all’operazione militare dell’Unione europea nel Mediterraneo centromeridionale denominata EUNAVFOR MED; euro 25.602.210 per la proroga della partecipazione di personale militare alle missioni nei Balcani.

Per quanto concerne le iniziative di cooperazione allo sviluppo, è autorizzata, a decorrere dal 1° ottobre 2015 al 31 dicembre 2015, la spesa di euro 38.500.000 a integrazione degli stanziamenti per iniziative di cooperazione volte a migliorare le condizioni di vita della popolazione e dei rifugiati e a sostenere la ricostruzione civile in favore di Afghanistan, Etiopia, Repubblica Centrafricana, Iraq, Libia, Mali, Niger, Myanmar, Pakistan, Palestina, Siria, Somalia, Sudan, Sud Sudan, Yemen e, in relazione all’assistenza dei rifugiati, dei Paesi ad essi limitrofi nonché per contribuire a iniziative europee e multilaterali in materia di migrazioni e sviluppo.  (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform