direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Proiezione del film di Paolo Sorrentino “L’uomo in più”

RASSEGNE CINEMATOGRAFICHE

Il 26 novembre a cura dell’Istituto Italiano di Cultura di Amburgo

La retrospettiva “il primo Sorrentino” continuerà la settimana successiva, il 3 dicembre, con la proiezione del film “Le conseguenze dell’amore”

AMBURGO – Lunedì 26 novembre alle ore 19 presso il Cinema Metropolis, proiezione del film “L’uomo in più” (2001, 100’) di Paolo Sorrentino in lingua originale con sottotitoli in tedesco realizzati grazie al contributo dell’Istituto Italiano di Cultura di Amburgo.

 “L’uomo in più” è il primo film di Paolo Sorrentino e racconta i successi e le disfatte di due omonimi nella Napoli degli anni Ottanta: il calciatore Antonio Pisapia (Andrea Renzi) e il cantante Antonio “Tony” Pisapia (Toni Servillo).

Tony è un cantante all’apice del successo. Sprezzante e apparentemente sicuro di sé, è in realtà un cocainomane incallito, con la morte del fratello sulla coscienza. Antonio Pisapia è uno stopper integro che non si presta ai trucchi del calcio scommesse. Tony verrà messo fuori gioco da una minorenne che gli si offre e poi lo denuncia. I due cercano di risalire la china, ma se Tony sembra disilluso, Antonio è convinto di potere essere un valido allenatore.

Film interessante e ispirato a due personaggi reali: il cantautore Califano e il calciatore De Bartolomei. Si svolge in una Napoli diversa, spietata e cinica senza mai essere folkloristica.

Paolo Sorrentino, nato a Napoli, nel quartiere Vomero nel 1970, è regista, sceneggiatore e scrittore. Dopo aver studiato per alcuni anni alla facoltà di Economia e Commercio, a 25 anni decide di lavorare nel mondo del cinema esordendo con il cortometraggio “Un paradiso”, co-diretto con Stefano Russo. Dopo aver fatto anche esperienze televisive realizza il suo primo lungometraggio L’uomo in più, del quale è anche sceneggiatore, presentato al Festival di Venezia e vincitore di vari premi tra cui il Nastro d’argento per il miglior regista esordiente, il Ciak d’oro per la miglior sceneggiatura e la Grolla d’oro al protagonista Toni Servillo, oltre a tre candidature al David di Donatello 2002. Da qui inizia il sodalizio con Toni Servillo e realizza diversi film tra cui Le conseguenze dell’amore (2004), Il divo, l’amico di famiglia (2006). Con il film La grande bellezza, si aggiudica l‘Oscar per il miglior film straniero. Nel 2018 esce il suo nuovo film Loro, ispirato alla figura di Silvio Berlusconi e interpretato da Toni Servillo e che ad Amburgo è stato presentato nell’ambito del festival del Cinema cittadino di grande tradizione.

Paolo Sorrentino è sposato con la giornalista Daniela D’Antonio. La coppia ha due figli, Anna e Carlo.

La retrospettiva “il primo Sorrentino” continuerà la settimana successiva, il 3 dicembre, con la proiezione del film “Le conseguenze dell’amore”, sempre al Cinema Metropolis, sempre in lingua originale con sottotitoli in tedesco.  Anche questa volta il sottotitolaggio è stato realizzato con il finanziamento dell’Istituto Italiano di Cultura di Amburgo.

Nel 2019 presso la Sala Biblioteca l’Istituto Italiano di Cultura di Amburgo continuerà la rassegna su Sorrentino, proiettando in più serate la sua prima serie tv, prodotta da Sky, Canal + e HBO, The Young Pope, con Jude Law, Diane Keaton, Silvio Orlando e Stefano Accorsi.

Gli eventi di lunedì 26 novembre e 3 dicembre sono stati organizzati dall’Istituto Italiano di Cultura di Amburgo in collaborazione con Il Cinema Metropolis. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform