direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Presentato al Ministero della Cultura il Piano strategico per lo sviluppo della fotografia in Italia e all’estero 2024-2026

FOTOGRAFIA

 

ROMA – Sono stati presentati, a Roma, al Ministero della Cultura, il Piano strategico per lo sviluppo della fotografia in Italia e all’estero per il triennio 2024-2026 e l’avviso pubblico Strategia Fotografia 2024.

Il nuovo Piano strategico, che riprende e sviluppa alcune istanze del precedente, si articola in due macro ambiti: il primo è legato alla conoscenza e alla conservazione dell’attuale patrimonio culturale fotografico nazionale, mentre il secondo mira ad azioni di sostegno e promozione del settore fotografico italiano, nelle sue componenti artistiche e professionali, che è elemento fondamentale dell’identità creativa e artistica contemporanea del nostro Paese. Gli obiettivi del Piano strategico: • incremento, valorizzazione e promozione del patrimonio fotografico; • sostegno alla creazione artistica contemporanea, al potenziamento del sistema dell’offerta, alle attività di promozione e internazionalizzazione del settore fotografico; • formazione, intesa come incentivi a percorsi professionalizzanti nel settore fotografico; • implementazione di azioni aventi come fine il sostegno all’intera filiera della fotografia; • diffusione della cultura fotografica italiana a livello nazionale e internazionale, con l’obiettivo di promuovere l’immagine e l’identità nazionale italiana all’estero; • sostegno alle buone pratiche nell’ambito della progettazione culturale nel settore della fotografia. Il Piano strategico sarà integralmente pubblicato nel pomeriggio di oggi sul sito istituzionale della Direzione generale Creatività Contemporanea del Ministero della Cultura. In attuazione del nuovo Piano strategico, sarà invece pubblicata domani la quarta edizione dell’avviso pubblico Strategia Fotografia, promosso dalla Direzione Generale Creatività Contemporanea. Visto il successo delle prime tre edizioni, che hanno visto complessivamente 93 soggetti beneficiari per un totale di 4.278.895,00 euro di risorse assegnate, si è deciso per questa nuova edizione di incrementare l’investimento complessivo, portandolo a 2.700.000,00 euro. Strategia Fotografia 2024 si sviluppa attraverso tre ambiti specifici: acquisizione e committenza (budget assegnato 1.400.000,00 euro), promozione della fotografia (budget assegnato 800.000,00 euro), sviluppo e promozione dei talenti della fotografia (budget assegnato 500.000,00 euro).

Gli obiettivi specifici dell’avviso pubblico: • sostenere l’incremento delle collezioni pubbliche italiane con acquisizioni di opere e progetti fotografici, collezioni, raccolte, archivi, fondi, nonché con committenze di nuove produzioni di opere e progetti fotografici; • sostenere la produzione, la pratica e la ricerca artistica, critica e curatoriale di alto livello qualitativo nell’ambito della fotografia italiana nella più ampia accezione del termine; • sostenere la promozione, in Italia e all’estero, della conoscenza della fotografia e della cultura fotografica; sostenere le attività delle istituzioni e gli enti operanti nell’ambito della fotografia; • incentivare lo sviluppo dell’editoria specializzata in fotografia; sostenere la formazione e lo sviluppo delle carriere e delle ricerche di fotografi, fotoreporter, artisti e professionisti del mondo della fotografia, studiosi, curatori e critici italiani. Strategia Fotografia 2024, i cui termini per partecipare scadranno alle ore 15:00 del 28 giugno 2024, si rivolge principalmente a musei e luoghi della cultura, enti pubblici e privati; istituti universitari; fondazioni; associazioni culturali; comitati formalmente costituiti e qualunque altro soggetto senza scopo di lucro, con sede legale in Italia; ma anche a fotografi, fotoreporter, artisti, curatori, critici, ricercatori e post-produttori fotografici (intesi anche come forma di collettivo).

In apertura dei lavori l’intervento del Sottosegretario di Stato alla Cultura con delega alla Fotografia, Lucia Borgonzoni: “Forma d’arte che custodisce la nostra memoria nonché strumento potentissimo attraverso cui leggere e comprendere la realtà che ci circonda, la fotografia gioca un ruolo da protagonista nella partita della costruzione dell’identità culturale dell’Italia che verrà. Ecco perché abbiamo ritenuto che fosse doveroso dedicare una maggiore attenzione al mondo della fotografia, individuando innanzitutto risorse specifiche e mettendo a punto un piano d’azione mirato al sostegno e alla promozione su scala mondiale delle eccellenze italiane del settore. Gli strumenti presentati oggi sono il frutto di questo deciso cambio di passo rispetto all’impegno profuso finora, denotano una rinnovata sensibilità nei confronti di una filiera estremamente variegata e in rapida evoluzione e raccontano di una chiara volontà di rispondere in maniera concreta e sempre più puntuale alle reali esigenze del comparto”. “Non ci fermeremo qui – ha continuato – Cercheremo di mettere la fotografia italiana in risalto con ogni strumento possibile a disposizione del MiC e anche nel corso di manifestazioni di grande respiro come ad esempio la Fiera Internazionale del Libro di Francoforte”. A seguire l’intervento del Direttore generale Creatività Contemporanea del Ministero della Cultura, Angelo Piero Cappello: “Siamo estremamente soddisfatti del lavoro svolto in questi mesi e desidero esprimere un particolare ringraziamento al Ministro Sangiuliano e al Sottosegretario Borgonzoni per il loro impegno significativo nel valorizzare la fotografia come fondamentale forma di espressione creativa del nostro Paese. Le positive risposte ricevute dalle prime tre edizioni di Strategia Fotografia confermano l’urgente necessità di azioni istituzionali concrete che sostengano progetti di alta qualità e di lungo termine. Questo impegno si estende anche oltre i confini nazionali, mirando a promuovere la fotografia italiana come chiave di lettura della nostra cultura e identità a livello internazionale, intensificando così il nostro dialogo globale attraverso l’arte visiva”. “La fotografia – ha affermato il Ministro della Cultura Gennaro Sangiuliano – è uno strumento di narrazione personale, familiare e collettiva: anche la storia della nostra nazione si snoda attraverso scatti che ci hanno raccontato momenti decisivi della nostra vicenda. Tra le espressioni creative contemporanee, quest’arte è quella più capace di cogliere lo spirito del contesto su cui interviene lasciando allo stesso tempo all’osservatore un grande spazio immaginativo e aprendo mille orizzonti a chi guarda. Per questo motivo è doveroso incrementare le energie e le risorse che il Ministero della Cultura destina a questa forma espressiva a lungo trascurata dalle istituzioni statali, moltiplicando le opportunità di tutela dell’esistente e alla promozione di ciò che sarà, proprio come previsto dal nuovo Piano strategico per lo sviluppo della fotografia in Italia e all’estero 2024-2026 (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform