direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Presentato a Belluno il volume di poesie in dialetto “Se era cussì” di Teresa D’Incà’



ASSOCIAZIONI
Presentato a Belluno il volume di poesie in dialetto “Se era cussì” di Teresa D’Incà’
BELLUNO – Pioggia, vento e freddo non hanno intimorito i tanti  accorsi  ad assistere, sabato scorso 23 novembre, alla presentazione del nuovo lavoro di Teresa D’Incà: “Se era cussì – Semplici versi in dialetto bellunese” . La sala Bianchi di Belluno ha fatto fatica ad accoglierli tutti in una serata che ha offerto  intense  emozioni nel ripercorre  luoghi, oggetti, personaggi , bozzetti, scene di vita di paese, di lavoro e di famiglia dell’ormai lontana realtà del mondo contadino della Val Belluna del secolo scorso o di anni ancora più addietro.
Un mondo, che, come ha detto Gioachino Bratti nel presentare la pubblicazione, torna  a noi, pur nelle angustie e nelle spine  di allora, con il fascino di tempi lontani, più semplici e forse più sereni, con la leggerezza e la musicalità dei versi in rima, con  un dialetto genuino e franco. Il presidente onorario dell’Associazione Bellunesi nel Mondo ha ricordato anche che gli  eventuali   ricavi della vendita  del libro andranno in iniziative di solidarietà.
Dino Bridda ha poi entusiasmato il pubblico con una magnifica   carrellata su  alcune  delle innumerevoli poesie che compongono le tredici sezioni del libro e sui proverbi, frutto dell’esperienza e della filosofia popolare, che le introducono,  accompagnandola con  appropriati ed  eloquenti pensieri, arguzie, battute, mentre sullo schermo scorrevano, sempre frutto del suo lavoro, a corredo dei versi, suadenti immagini di quel mondo.  Le belle voci  e gli strumenti delle “Voci dai Cortivi” hanno  degnamente completato la serata con i  loro suggestivi canti ispirati ai temi del libro. Hanno preso la parola anche l’assessore del comune di Belluno Adriana Alpago Novello per sottolineare il valore e significato del volume ed elogiarne l’autrice, e, alla fine, emozionata, Teresa D’Incà, per un sentito ringraziamento ai molti, enti e persone, che  hanno permesso la realizzazione dell’opera e della presentazione, tra cui anche l’ABM e in particolare il suo direttore Marco Crepaz. (Inform)
Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform