direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Politica di coesione dell’UE: 109 milioni di euro per potenziare i collegamenti ferroviari in Sicilia

ISTITUZIONI

 

ROMA – La Commissione europea ha approvato un investimento di oltre 109 milioni di euro a titolo del Fondo europeo di sviluppo regionale per la costruzione di una nuova tratta dell’anello ferroviario a Palermo. L’UE sta finanziando la prima delle due fasi di costruzione necessarie per completare il circuito dell’anello ferroviario di Palermo. Il tratto elettrificato a binario singolo di 1,7 km finanziato dal progetto va dalla fermata di Giachery fino alla stazione Politeama. Oltre a quest’ultima, i lavori prevedono la costruzione di altre due stazioni: Porto, tra Giachery e Politeama, e Libertà. La nuova sezione dell’anello ferroviario di Palermo migliorerà le infrastrutture di trasporto della città, favorendo il passaggio dal trasporto privato a quello pubblico. Un minor numero di automobili sulle strade ridurrà le emissioni e il consumo di energia, comportando un miglioramento della qualità dell’aria e della vita, un ambiente più pulito e un centro città più vivibile. Ridurrà anche i tempi di percorrenza per chi continuerà a viaggiare su strada e ridurrà il rischio di incidenti, attualmente alto. Altri vantaggi socioeconomici includono la creazione di posti di lavoro in un’area caratterizzata da un elevato tasso di disoccupazione, un accesso più agevole ai servizi e minori costi di trasporto. Il progetto sarà operativo entro dicembre 2023. Elisa Ferreira, Commissaria per la Coesione e le riforme, ha dichiarato: “Questo investimento contribuirà allo sviluppo socioeconomico della Sicilia rendendola più accessibile e attraente per viverci e lavorarci. Palermo è una delle città più grandi d’Italia e necessita di mezzi pubblici più adeguati. Questo progetto si tradurrà in migliori infrastrutture di trasporto per i palermitani, che avranno un’alternativa sostenibile ed efficiente all’uso dell’auto privata. Contribuirà a un maggiore utilizzo dei treni e a ridurre le emissioni e la congestione”. La Commissione aveva già adottato a settembre un investimento dell’UE di 101 milioni di euro per migliorare il collegamento ferroviario tra Bicocca e Catenanuova. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform