direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Petizione del Comites di San Marino per chiedere che i connazionali naturalizzati sammarinesi possano mantenere la cittadinanza italiana

COMITES

SAN MARINO – Il Comites di San Marino torna a puntare i riflettori sul tema della rinuncia alla cittadinanza italiana su cui si è aperto negli ultimi tempi un acceso e controverso confronto culturale e politico. “La legge italiana – ha dichiarato in una nota Alessandro Amadei, vicepresidente del Comites di San Marino –  ammette espressamente la possibilità di conservare la cittadinanza italiana nel caso in cui si sia già in possesso di una cittadinanza straniera. Tale disposizione consente, in particolare, il mantenimento della cittadinanza italiana agli emigrati all’estero che acquistano volontariamente la cittadinanza dello Stato in cui risiedono per potersi inserire pienamente nel contesto sociale ed economico del Paese e usufruire del trattamento favorevole riservato ai cittadini”, ha spiegato Amadei sottolineando come, molto spesso, acquisire la cittadinanza del Paese di residenza significhi per uno straniero assumere delle posizioni di rilievo a livello professionale, economico, politico e istituzionale nelle società di accoglimento e vedersi riconosciuti e salvaguardati diritti civili come l’acquisto della propria abitazione e l’assunzione di un impiego pubblico. Il problema per gli italiani residenti all’estero, però, si pone quando accordi internazionali o norme statali straniere impongono a coloro che richiedono la cittadinanza del Paese di residenza di rinunciare alla cittadinanza di origine “in quanto tutto accade di fronte al silenzio dello Stato italiano”, ha aggiunto Amadei evidenziando come proprio tale problema della cittadinanza riguardi anche gli italiani residenti a San Marino, ai quali viene richiesto di rinunciare alla cittadinanza di origine per ottenere la cittadinanza sammarinese per naturalizzazione. “Pertanto, in questo controverso scenario, mai come ora è necessario un rapido intervento da parte dello Stato italiano diretto a riformare in modo radicale l’istituto della cittadinanza, partendo dalla consapevolezza delle irrinunciabili prerogative di ordine civile, giuridico ed esistenziale che discendono dallo status di cittadino. A tal proposito il Comites di San Marino lancia una petizione online per chiedere allo Stato italiano di modificare la legge 5 febbraio 1992 n. 91 (nuove norme sulla cittadinanza) introducendo il divieto di rinuncia della cittadinanza italiana ed il riacquisto della cittadinanza italiana da parte dei cittadini italiani residenti all’estero che la possedevano e che vi hanno dovuto rinunciare”, ha concluso Alessandro Amadei invitando a sottoscrivere i moduli della petizione che possono essere   scaricati dal sito internet del Comites di San Marino, auspicando una massiccia partecipazione ad un’iniziativa che concepisce la cittadinanza come imprescindibile strumento di coesione sociale. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform