direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Per il ciclo “Cinema italiano”, il 18 maggio “La scomparsa di mia madre” di Beniamino Barrese

APPUNTAMENTI

Il film viene presentato online nell’ambito della serie organizzata dalla Facoltà di Romanistica dell’Università di Rostock in collaborazione con l’IIC di Amburgo

AMBURGO – Per il ciclo “Cinema Italiano” organizzato dalla Facoltà di Romanistica dell’Università di Rostock in collaborazione con l’Istituto Italiano di Cultura di Amburgo verrà presentato in streaming martedì 18 maggio il film di Beniamino Barrese “La scomparsa di mia madre” (2019).

La proiezione sarà in italiano con i sottotitoli in tedesco, realizzati grazie al finanziamento dell’IIC di Amburgo, e sarà preceduta da un colloquio con il regista prevista alle ore 18.45 sulla piattaforma Zoom.

La visione online del film sarà possibile dalle ore 19 alle ore 23. Il numero di posti a sedere nella sala cinema virtuale è limitato, per cui occorre registrarsi per ricevere le credenziali via mail per la proiezione.

Per i link di accesso Zoom e Eventbrite, consultare il sito dell’IIC di Amburgo (https://iicamburgo.esteri.it/).

“La scomparsa di mia madre” è incentrato su Benedetta Barzini, protagonista e madre del regista, la prima grande modella italiana icona degli anni 60, che ispirò i più importanti fotografi e artisti dell’epoca come Andy Warhol, Richard Avedon, Salvador Dalì e Irving Penn. Femminista militante, scrittrice e docente universitaria, Benedetta Barzini è stata in continua lotta con un sistema che per lei significa solo sfruttamento femminile, e ha deciso all’età di 75 anni, di lasciare tutto, scomparire per raggiungere un luogo lontano e abbandonare il mondo delle immagini, delle ambiguità e di tutti gli stereotipi a cui la vita l’ha obbligata. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform