direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Parere favorevole della Commissione Esteri al provvedimento che proroga la concessione dell’esercizio della tratta italiana della ferrovia Domodossola-Locarno

CAMERA DEI DEPUTATI

 

Nel corso del dibattimento è intervenuto anche Simone Billi (Lega, ripartizione Europa), che ha sottolineato l’opportunità di promuovere tutte le iniziative utili a migliorare i collegamenti infrastrutturali con la Svizzera, anche in ragione della numerosa comunità italiana ivi residente

 

ROMA – La Commissione Esteri della Camera dei deputati ha approvato all’unanimità un parere favorevole al provvedimento che modifica l’articolo 3 della legge 18 giugno 1998, n. 194, in materia di proroga dalla concessione dell’esercizio della tratta italiana della ferrovia Domodossola-Locarno.

Il testo del provvedimento è stato illustrato dalla relatrice Marina Berlinghieri (Pd). Nel corso del dibattito, è intervenuto anche Simone Billi (Lega, ripartizione Europa), che ha annunciato il voto favorevole del proprio gruppo alla proposta di parere e sottolineato “l’opportunità di promuovere tutte le iniziative utili a migliorare i collegamenti infrastrutturali con la Svizzera, a cui il nostro Paese è legato da solide relazioni economiche, sociali e culturali, anche in ragione della presenza di una numerosa comunità italiana in territorio elvetico”.

Nel parere, la Commissione ricorda che la tratta italiana della ferrovia Domodossola-Locarno, “rientrante tra le cosiddette linee isolate, è stata oggetto di una Convenzione internazionale tra l’Italia e la Confederazione Svizzera”, tuttora in vigore, in base alla quale le Parti si sono impegnate ad assicurare l’esercizio della ferrovia a scartamento ridotto da Locarno (Svizzera) a Domodossola (Italia) in base alle concessioni date e che in Italia riguardano la Società Subalpina di Imprese Ferroviarie. Dopo aver segnalato che tale Convenzione non disciplina durata e proroga della concessione e che quella in favore della Società Subalpina di Imprese ferroviarie risulta in scadenza il prossimo 31 agosto 2021, il parere prende atto che la proposta di legge è finalizzata a disporre “una proroga limitata a 5 anni, fino al 31 agosto 2026, della durata della concessione ferroviaria della linea Domodossola-Locarno, in ottemperanza del regolamento europeo che stabilisce che, a decorrere dal 25 dicembre 2023, i contratti di servizio pubblico in ambito ferroviario siano posti obbligatoriamente a gara, e dunque al fine di prorogare la concessione del servizio ferroviario Domodossola-Locarno per il tempo necessario all’espletamento delle attività propedeutiche” ai fini del completamento del bando di gara. Vi si evidenzia inoltre che “la rete ferroviaria in questione e i servizi su essa resi sono esclusi dall’applicazione delle disposizioni del decreto legislativo n. 112 del 2015, che ha recepito la direttiva 2012/34/UE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 21 novembre 2012, che istituisce uno spazio ferroviario europeo unico, ed appaiono rientrare, in base al citato Regolamento (CE) n. 1370/2007, come da ultimo modificato dal Regolamento (CE) n. 2016/2338, in un regime derogatorio quanto all’obbligo di espletamento del bando di gara”. Il parere segnala dunque che si ritiene “in generale essenziale preservare il principio pacta sunt servanda e quindi comunque assicurare l’esercizio della ferrovia, nonché tutelare un principio di affidamento nelle relazioni con la Svizzera con riferimento alla durata e alle modalità di gestione, anche in considerazione dei necessari investimenti finalizzati alla predisposizione di servizi che dovranno comunque prevedere standard di qualità comuni”. Per queste ragioni, la Commissione esprime il suo parere favorevole al provvedimento. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform