direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Nuovo appuntamento per “Primo Approdo”

ITALIANI ALL’ESTERO

L’iniziativa intende fornire indicazioni di orientamento agli italiani di recente immigrazione in Inghilterra e nel Galles attraverso seminari tematici ospitati nel Consolato generale d’Italia a Londra

 

LONDRA – La preparazione del Curriculum Vitae secondo gli standard britannici, i colloqui di lavoro con gli esperti di risorse umane locali e come destreggiarsi tra le norme del mercato del lavoro inglese. Sono questi i temi centrali del nuovo appuntamento di “Primo Approdo”, presso il Consolato generale italiano a Londra. L’iniziativa, nata su impulso del nostro ambasciatore in Gran Bretagna Pasquale Terracciano, intende fornire indicazioni generiche di orientamento agli italiani di recente immigrazione in Inghilterra e nel Galles attraverso seminari tematici ospitati nel Consolato.

Gli incontri, della durata di circa un’ora, si tengono con cadenza mensile e vertono su temi specifici: legale, fiscale, medico, accademico. I giovani connazionali potranno così incontrare esperti italiani del settore, che forniranno indicazioni di orientamento e illustreranno l’esperienza maturata nel proprio ambito professionale in Inghilterra/Galles. Funzionari del Consolato saranno inoltre a disposizione per eventuali informazioni sui servizi consolari.

Al termine dell’incontro di orientamento in Consolato vengono solitamente devoluti 15-20 minuti ai possibili quesiti a carattere generale. Il progetto, peraltro, è dedicato a Joele Leotta, il giovane connazionale vittima di omicidio nel Kent il 20 ottobre 2013, ed è accompagnato dalla pubblicazione di un Manuale di orientamento edito dal Consolato generale d’Italia a Londra (v http://www.conslondra.esteri.it/NR/rdonlyres/9C3255D1-39AB-4FC4-BEA7-C2A752E28E62/0/ManualeOrientamentoDEF6.pdf )

. Il concetto da cui si è partiti è che sono sempre più numerosi i giovani italiani che si trasferiscono in Inghilterra e nel Galles, specialmente a Londra, per effettuare un’esperienza professionale linguistico-lavorativa o alla ricerca di nuove opportunità di impiego. Spesso questi giovani arrivano nel Paese senza una conoscenza della realtà locale, e talvolta in assenza di una solida preparazione linguistica. Allo stesso tempo, può succedere che non riescano a districarsi nell’enorme mole di informazioni su internet, non sempre affidabili, e si trovino a subire truffe e raggiri. Vi è poi un buon numero di giovani qualificati che desiderano far fruttare al meglio la propria formazione accademica e che pur tuttavia si trovano impreparati dinanzi al mondo della ricerca o del lavoro britannici. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform