direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

“Nato in Puglia”:  progetto Aitef  per fare amare la Puglia e la cultura italiana

ASSOCIAZIONI

In partenariato con l’Upe e l’Associazione Giordano Bruno

 

 

ROMA – “Nato in Puglia – Né dans les Pouilles -Born in Apulia”: è  il progetto presentato dall’Aitef in partenariato con l’Upe e l’Associazione Giordano Bruno, e parzialmente finanziato dalla Regione Puglia nell’ambito degli interventi per i Pugliesi nel mondo.

“Il progetto – sottolineano i promotori – è rivolto a chi ama la Puglia e l’Italia”. E’ un progetto per la Puglia, per farla amare, per tramandare costumi, storie, usanze, tradizioni, piatti tipici e promuovere la diffusione della lingua Italiana nel mondo. Per ricordare il dramma di Marcinelle ( 8 agosto 1956) e  la nostra storia fatta anche di milioni di uomini e donne, lavoratori e lavoratrici che emigrano in cerca di una vita migliore. Sacrificio che non può essere dimenticato!”

I promotori invitano fin da ora alla presentazione che si terrà a Bari, a Charleroi (Belgio)  e Casarano  il 7-8 agosto 2021 in occasione della commemorazione della tragedia di Marcinelle (sobborgo di Charleroi , centro minerario che costò la vita a 136 minatori italiani emigrati di cui 22 pugliesi ): video-conferenza in contemporanea tramite piattaforma Zoom

A Charleroi verranno organizzate le seguenti attività: partecipazione all’evento “ Nato in Puglia – Né dans les Pouilles” ,incontro con operatori del settore, degustazioni, ingresso consumatori  e vendita prodotti. Sarà presentata un’applicazione innovativa in Qr Code   (insieme all’Associazione Giordano Bruno) in grado di tracciare l’origine dei prodotti pugliesi e finalizzata a contrastare il problema dell’italian sounding food coinvolgendo produttori pugliesi e ristoratori di cucina italiana nel mondo

La master class su piattaforma e-learning verrà attivata -on line

Show cooking “ Io mangio Puglia ” ad opera di  chef pugliesi con degustazioni a tema. Ciascuna performance gastronomica  sarà aperta a giornalisti del settore eno-gastronomico, buyers, ristoratori

Le degustazioni guidate gestite da chef finalizzate a presentare i prodotti tipici migliori del territorio e a farne conoscere e apprezzare sapori, odori, proprietà organolettiche, attraverso la trasformazione basata sulle tradizionali ricette della cucina pugliese in particolare utilizzando prodotti, olio di oliva extravergine e il vino Pugliese.

Rassegna cinematografica “ La strage di Marcinelle” e visita al museo Bois du Cazier Charleroi e al Museo del minatore a Casarano  nella Giornata del ricordo.

“Nato in Puglia” ha lo scopo, rimarcano i promotori, di ridare centralità agli italiani residenti all’estero e ai loro discendenti, attraverso una proficua collaborazione tra l’Aitef e l’associazione Upe. Massima attenzione verrà rivolta alle nuove generazioni coinvolgendoli sia nell’implementazione dell’applicazione smart phone in QR CODE “ Nato in Puglia” che attraverso la realizzazione del corso on line in lingua e cultura italiana . Il progetto – spiegano ancora i promotori –  prevede di riscontrare un elevato impatto sulle comunità dei pugliesi  nel mondo, in particolare con l’istituzione dei corsi di lingua e cultura italiana ( master class su piattaforma e learning ) verranno coinvolti giovani discendenti al fine di ridurre il gap linguistico per la  lingua italiana. Il percorso formativo rivolto cittadini di origine italiana residenti all’estero, prevederà moduli formativi per la promozione del turismo verso la Puglia.I promotori del progetto invitano alla partecipazione e a scegliere il logo ufficiale tra i due visibili sul sito Aitef   (aitefvolontariato.com) (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform