direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Napolitano: “Non c’è un’Italia allo sbando, non c’è pericolo di contagio”

QUIRINALE
Il capo dello Stato dalla Germania
Napolitano:  “Non c’è un’Italia allo sbando, non c’è pericolo di contagio”
L’incontro con il cancelliere Angela Merkel
BERLINO – “Non c’è un’Italia allo sbando e in questo senso io non vedo un rischio di contagio, perché per contagiare prima bisogna prendersi una malattia e noi per il momento non abbiamo preso nessuna malattia. Abbiamo da gestire un risultato elettorale complicato perché c’è stata frammentazione, ci sono state contrapposizioni, però credo che siamo tutti d’accordo che non può accadere che per avere un risultato che ci lasci più tranquilli si faccia un accordo a tavolino, prima delle elezioni, su quale deve essere il risultato delle elezioni. Si è espresso liberamente il popolo in quel momento assolutamente sovrano, questa è la legge della democrazia e quindi dobbiamo confrontarci rispettosamente con la volontà espressa dal popolo e dagli elettori”. E’ quanto ha detto, tra l’altro, il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano dopo i colloqui con il presidente tedesco Gauck. 
Successivamente Napolitano ha incontrato il cancelliere Angela Merkel, alla quale ha esposto la complessità dello scenario politico-parlamentare scaturito dalle elezioni politiche svoltesi in Italia e dei tempi e delle procedure per l’insediamento delle nuove Camere, l’avvio delle consultazioni e la formazione del nuovo governo. 
Con la signora Merkel – che si è mostrata al corrente di quanto già affermato pubblicamente dal presidente della Repubblica (di essere, cioè in attesa di conoscere le riflessioni sull’esito del voto e le conseguenti proposte) e fiduciosa sul senso di responsabilità dei partiti rappresentati nel nuovo Parlamento anche nell’assicurare la continuità degli impegni assunti dall’Italia in campo europeo – il Presidente Napolitano ha ribadito che l’Italia non è mai venuta meno ai propri impegni in campo europeo e ha sottolineato che il nostro paese continuerà a svolgere il proprio ruolo per il consolidamento e lo sviluppo del processo di integrazione politica ed economica dell’Europa che ritiene essenziale venga integrato da adeguate decisioni comuni per il rilancio dello sviluppo economico e sociale. 
Dopo l’incontro, il portavoce di Angela Merkel ha reso noto che nel colloquio con il presidente Napolitano il cancelliere l ha espresso, nuovamente, la propria fiducia nella responsabilità delle forze politiche che devono formare un nuovo governo in Italia e ha inoltre augurato a Napolitano “di avere successo nell’adempimento del suo ruolo nel processo post- elettorale”. (Inform)
Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform