direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

MittelFest ed Ente Friuli nel Mondo insieme: firmata una convenzione triennale di collaborazione

CULTURA

L’edizione 2021 del festival  si terrà a Cividale del Friuli dal 27 agosto al 5 settembre

 

La rete dei Fogolârs Furlans diventa un network di divulgazione internazionale del progetto culturale Mittelfest attraverso attività dedicate, eventi online e pagine della rivista Friuli nel Mondo

 

UDINE – Mittelfest e Ente Friuli nel Mondo insieme. Il presidente di Mittelfest Roberto Corciulo e il presidente dell’Ente Friuli nel Mondo Loris Basso hanno firmato una convenzione triennale di collaborazione per cui la rete dei Fogolârs Furlans diventa un network di divulgazione internazionale del progetto culturale Mittelfest attraverso attività dedicate, eventi online e le pagine della rivista Friuli nel Mondo, edita dal 1952. I friulani iscritti ai Fogolârs che vivono in Italia e all’estero e che si troveranno in regione durante le giornate di Mittelfest potranno accedere agli spettacoli con speciali agevolazioni.

E’ “un nuovo importante passo per la valorizzazione della cultura friulana e delle specificità del territorio regionale che sfrutta la vocazione internazionale del Festival e la diffusione globale dei Fogolârs Furlans nel mondo”, si sottolinea dall’Ente Friuli nel Mondo.

“L’anima di MittelFest – commenta il presidente della manifestazione Corciulo – è da sempre locale e internazionale insieme– nasce e si radica in un territorio unico e, allo stesso tempo, coinvolge i paesi della Mitteleuropa. Questa collaborazione mette un ulteriore suggello alla vocazione globale del Festival che vuole diventare piattaforma di riferimento per la cultura del Friuli Venezia Giulia e che potrà “viaggiare” ancora più lontano grazie alla rete dei Fogolârs. Una rete che vede sempre più giovani friulani spostarsi nel mondo senza dimenticare le proprie radici”.

“L’Ente Friuli nel Mondo – sottolinea il presidente Loris Basso – da quasi settant’anni rappresenta un imprescindibile punto di riferimento per i friulani residenti in tutti i continenti –dedicato a mantenere, potenziare ed arricchire il legame tra i migranti e la loro terra d’origine. È una grandissima soddisfazione aver stabilito una partnership con il Mittelfest, per poter veicolare in tutto il mondo le attività d’eccellenza del Festival. Questa collaborazione rappresenta un esempio virtuoso di sinergia istituzionale volta a valorizzare al meglio l’enorme patrimonio culturale regionale e la forte identità che il nostro territorio esprime e rappresenta in Italia e all’estero”.

Mittelfest, nato nel 1991 , quest’anno si terrà dal 27 agosto al 5 settembre . “Mittelfest – scrive il direttore artistico Giacomo Pedini –  riconferma la sua vocazione di festival multidisciplinare – teatro, musica e danza – e internazionale, posizionandosi come punto di incontro tra le esperienze italiane e balcaniche, rendendo Cividale del Friuli un aggregatore di pensieri, visioni e prospettive. A trent’anni dalla prima edizione, Mittelfest è ancora il punto di approdo di artisti e pubblici, luogo di un dialogo costante tra le diverse anime che convivono nel territorio della Mitteleuropa. Ma cosa significa dire Mitteleuropa oggi? Questa la domanda che attraversa il tema del 2021, eredi. Ogni persona è chiamata, prima o poi, a confrontarsi con i lasciti del tempo, con quello che le esperienze hanno depositato addosso. Cosa intende farne? Quanto vogliamo trattenere e tramandare della nostra personale eredità? La condizione di eredi ci riguarda, insomma, in ogni momento: interrogarsi sul suo significato vuol poi tentare di orientare, a partire dalle condizioni date, l’agire quotidiano; è una maniera per dare senso alle azioni. Siamo continuamente depositari e depositarie di qualcosa che abbiamo ricevuto e che non smettiamo di ricevere, ma cosa fare di queste eredità? Quali saranno le nostre scelte? Rifiutare o tramandare? Migliorare o peggiorare? Prendere qualcosa di nuovo o abbandonare? Qual è il campo d’azione che segna le nostre libertà e responsabilità? Queste sono le domande  e le fascinazioni che nel 2021 muoveranno il lavoro di Mittelfest, chiamato a confrontarsi con vari anniversari, ognuno capace di stimolare il gusto di una riflessione intorno alla varietà di quel che si è ricevuto.” (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform