direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Missione in Romania del Ministro Tajani: incontro a Bucarest con il Presidente Iohannis

ESTERI

Tajani : “Importanti legami storico-culturali alimentati dalla presenza in Italia di oltre 1 milione di romeni e dei 40-50 mila italiani in Romania”. La visita alla Fondazione “Bambini in emergenza”

 

 

ROMA – Nell’ambito della sua missione in Romania Vice Presidente del Consiglio e Ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, on. Antonio Tajani, ha incontrato oggi a Bucarest il Presidente della Romania, Klauss Iohannis.

Il Vicepremier ha sottolineato come “i rapporti tra Italia e Romania abbiano fatto un deciso salto di qualità con il 3° Vertice intergovernativo tenutosi a Roma lo scorso 15 febbraio”, durante il quale sono stati siglati una Dichiarazione congiunta sul Rafforzamento del Partenariato Strategico e altri sette documenti tra Memorandum, intese tecniche e lettere d’intenti in vari settori. “Esistono grandi potenzialità per rafforzare ulteriormente le nostre relazioni economico-commerciali in settori strategici quali energia, infrastrutture, difesa, spazio, digitalizzazione e agricoltura” ha aggiunto Tajani, che ha posto l’accento sugli “importanti legami storico-culturali alimentati dalla presenza in Italia di oltre 1 milione di romeni e dei circa 40-50 mila italiani in Romania”. Nel corso dell’incontro sono stati passati in rassegna i principali temi dell’attualità internazionale, con un focus particolare sulla collaborazione in ambito Unione europea e NATO. Nel corso della missione a Bucarest, il Ministro Tajani ha visitato la Fondazione “Bambini in Emergenza”, creata alla fine degli anni novanta dal giornalista italiano Mino Damato, per aiutare bambini abbandonati malati di Aids e, più recentemente, bambini abbandonati con disabilità. “La Fondazione ‘Bambini in Emergenza’ è uno degli esempi più significativi della presenza di associazioni e altre realtà italiane in Romania nel settore dell’inclusione sociale e del sostegno alle fasce più deboli della comunità” ha dichiarato Tajani, aggiungendo che “il compianto Mino Damato e la consorte, Silvia Saini, che sta continuando la sua opera, sono straordinari ambasciatori del nostro Paese e dei nostri valori di solidarietà e umanità”.

Nel 1997 la Fondazione, che promuove l’affidamento e adozione dei bambini, ha aperto il Centro Pilota a Singureni, a circa 30 km a sud di Bucarest. Il Centro è provvisto di case famiglia, chiesa, struttura di coordinamento (con uffici, ambulatori e foresteria), asilo Montessori, parco giochi, campetto di calcio e palestra. La struttura collabora con le Suore Missionarie Francescane di Assisi, che accudiscono i bambini insieme ai volontari. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform