direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

“Memoria ed identità: generazioni di emiliano romagnoli si raccontano”: il 26 settembre la presentazione online del progetto

ASSOCIAZIONI

Progetto coordinato dall’Istituto Fernando Santi Emilia Romagna, in collaborazione con Ponte tra Culture Italia/Colombia/Brasile con il contributo della Consulta degli Emiliano-Romagnoli nel mondo

 

BOLOGNA – Il 26 settembre, sul canale YouTube Ponte entre Culturas MG , sarà presentato il progetto “Memoria ed identità: generazioni di emiliano romagnoli si raccontano”.

Il percorso che ha portato alla realizzazione dei 20 video-racconti nell’ambito del progetto “Memoria ed identità: generazioni di emiliano romagnoli si raccontano” è iniziato nel mese di giugno del 2021.

Nella prima fase è stata realizzata la ricerca di storie che interessassero diverse generazioni di emiliano-romagnoli, prendendo come riferimento l’emigrazione nel periodo storico che va dalla seconda metà dell’800 ai giorni nostri.

Questo processo ha permesso di creare una rete collaborativa che ha coinvolto numerose persone in 7 diversi paesi e 4 continenti. In seguito, il regista teatrale Gianluca Barbadori ha realizzato una serie di incontri virtuali preparatori, e di prove online, con i 20 partecipanti selezionati.

Sono state circa 200 ore di lavoro, basate sul recupero di memorie e materiali (aneddoti, foto, eventuali video, disegni, lettere, testimonianze, etc) e l’utilizzo di tecniche teatrali mirate alla creazione di una narrazione “teatralizzata”, spontanea e disinvolta, ma non banale, in modo da risultare accattivante e conquistare l’attenzione dello spettatore.

Le 20 storie che compongono il progetto sono quindi narrate dai loro stessi protagonisti o da discendenti, amici, conterranei di diverse generazioni, e ritraggono vicissitudini toccanti e spesso straordinarie di donne e uomini comuni, che hanno lasciato l’Italia, creando nuovi percorsi di vita all’insegna del dialogo e della multiculturalità.

I racconti fanno riferimento alle località emiliano-romagnole di origine dei protagonisti, la maggior parte dei quali sono emigrati definitivamente in altri paesi, se pur ritornando saltuariamente in Italia. Spesso le vicende individuali e familiari, narrate in prima o in terza persona, hanno come sfondo importanti avvenimenti storici e offrono così uno spaccato della storia sociale italiana e dei paesi di accoglienza. Allo stesso tempo, mostrano quanto sia ricca e variegata la presenza italiana nel mondo e quanto queste persone abbiano contribuito – e continuino a contribuire – allo sviluppo e alla crescita sociale, economica e culturale dei paesi in cui vivono, essendo anche in molti casi impegnati nell’organizzazione di iniziative di scambio e di promozione della lingua e della cultura italiana e emiliano-romagnola nel mondo.

Alla presentazione del progetto parteciperanno:  Marco Fabbri, presidente della Consulta degli emiliano-romagnoli nel mondo; Fausto Desalvo, segretario dell’Istituto Fernando Santi Emilia-Romagna;  Paolo Masini, presidente del Comitato di Indirizzo MEI – Museo Nazionale dell’Emigrazione Italiana; Pierangelo Campodonico, direttore MEI – Museo Nazionale dell’Emigrazione Italiana;    Vittoria Comellini, Piccolo Museo dell’emigrante di Monghidoro.

Saranno presenti anche il regista teatrale Gianluca Barbadori, coordinatore del progetto e alcuni rappresentanti delle Associazioni partner e i narratori dei 20 video prodotti nell’ambito del progetto.

Orario dell’evento: ore 15 (Italia) – ore 8:00 (Perù) – ore 9:00 (Colombia, Stati Uniti, Canada)- ore 10 (Argentina, Brasile) – ore 21.00 (Cina) (Inform)

 

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform