direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

“Living Memory”, il primo Festival della Memoria dal 19 al 27 gennaio

TRENTINO

Visite virtuali al campo di Auschwitz, testimonianze in diretta dei sopravvissuti e spettacoli in streaming. Staffetta fino al 2022 con gli “Alfieri della Memoria”

TRENTO – Il Treno della Memoria è fermo a causa della pandemia, ma la memoria continua a viaggiare. E la tappa principale è a Trento dove – dal 19 al 27 gennaio – si svolgerà “Living Memory” il primo Festival della Memoria creato dall’associazione “Terra del Fuoco Trentino” con il contributo della Provincia autonoma di Trento e della Fondazione Museo storico. L’iniziativa è stata presentata dalla presidente dell’associazione “Terra del Fuoco Trentino” Denise Rocca, dal direttore della Fondazione Museo storico Giuseppe Ferrandi e dal dirigente del Servizio attività culturali Claudio Martinelli, che ha portato il saluto dell’assessore provinciale alla cultura Mirko Bisesti.

“La Provincia autonoma di Trento conferma la propria attenzione e sensibilità sul tema della Memoria” ha evidenziato Martinelli, che ha affermato come non si tratti di una ritualità fine a se stessa: “Lo dimostrano le tantissime iniziative che in questi anni associazioni, Comuni e territori hanno messo in campo. A causa dell’emergenza Covid, quest’anno gli appuntamenti promossi da Piazza Dante si svolgeranno online attraverso il primo Festival della Memoria, dedicato in particolare alle nuove generazioni che sono state coinvolte attraverso le scuole, ma aperto all’intera cittadinanza”.

Il progetto Living Memory si articolerà in due parti principali: dal 19 al 27 gennaio sarà proposto un calendario di appuntamenti teatrali, mostre e laboratori per approfondire il tema della storia e della memoria della Shoah che culminerà con l’incontro con due degli ultimi testimoni viventi di quei fatti: Oleg Mandic, l’ultimo bambino a varcare i cancelli di Auschwitz, e Lidia Maksymowicz, rinchiusa nel campo nel 1942 all’età di due anni. Le attività sono suddivise in un programma specifico per le scuole e un percorso aperto a tutta la cittadinanza.

Vista l’attuale situazione sanitaria, tutto il progetto sarà fruibile in forma virtuale all’indirizzo https://www.terradelfuocotrentino.org/living-memory-on-air, con un ristretto pubblico al teatro Cuminetti, permettendo alla cittadinanza non solo di assistere agli eventi ma di interagire con i protagonisti nei diversi incontri.

La seconda parte del progetto prevede un percorso di eventi che, partendo dal 27 gennaio 2021, ci accompagnerà fino al 27 gennaio 2022. E sarà anche fisico: dopo un anno di frontiere chiuse, spostamenti bloccati dalla pandemia e incontri mancati, il Treno della Memoria torna a viaggiare verso Auschwitz con un percorso a tappe, animato da “Alfieri di Memoria” che prendano in eredità il testimone della memoria ricevuto dai sopravvissuti per fargli attraversare, passo dopo passo, confini e territori in tutta Europa. Una fiaccola ideale che tenga accesa la memoria e illumini il presente dandogli significato e pienezza, che arriverà, dopo essere partita da Trento il 27 gennaio 2021, ai cancelli di Auschwitz esattamente un anno dopo, il 27 gennaio 2022.

Una staffetta fatta di incontri, cammini, testimonianze, delegazioni, entusiasmo, impegno e futuro. Un futuro illuminato dalla fiaccola della memoria, dalla conoscenza del proprio passato per costruire nel presente le solide basi di un futuro migliore. Durante il viaggio, attraverso gli incontri, le testimonianze, i laboratori e le tavole rotonde organizzate verrà stesa la “Carta della Memoria per la cittadinanza attiva” che sarà presentata come frutto del percorso dell’intero anno durante la Giornata della Memoria 2022 di Trento e conterrà le basi per i futuri progetti. Il viaggio degli alfieri di memoria potrà essere seguito sulla piattaforma di Living Memory e sarà il filo rosso a collegare tutti i progetti che verranno proposti dopo il 27 gennaio 2021. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform