direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

L’Intercomites Germania si unisce al dolore della famiglia per la scomparsa di Stefano Lobello

ITALIANI ALL’ESTERO

FRANCOFORTE – Senza ombra di dubbio, l’emigrazione italiana all’estero perde uno dei suoi padri.  Chi lo ha conosciuto sa bene che ha sempre messo il cuore e la passione nei vari ruoli che ha ricoperto, tra i tanti quello di Consultore della Regione Calabria, di Presidente del Comites di Francoforte e di Coordinatore dell’Intercomites Germania.

Stefano Lobello è nato a Cariati nel 1933 e dopo aver conseguito il titolo di studio di Elettrotecnico, nel 1954 si è sposato, dal matrimonio con Teresa Federico ha avuto 6 figli. Dal 1952 al 1954 ha adempiuto agli obblighi militari. Nel marzo 1960 è emigrato in Germania lavorando in qualità di elettrotecnico prima presso la Società internazionale Karl Schenk di Darmstadt e successivamente dal 1965 fino al pensionamento, come capotecnico, presso la ditta Masa di Dreieich. Dal 1991 è sposato con Immacolata Amodeo, matrimonio contratto dopo la morte della mia prima moglie avvenuta nel 1989.

I suoi impegni sociali e di volontariato sono molteplici ed oltre a quelli citati, si ricorda anche che è stato presidente dell’Associazione Famiglie Italiane di Dreieich. Associazione costituita da lui allo scopo di riunire le famiglie italiane emigrate nella zona. Ha anche costituito, nel 1977, e ne è stato presidente, il Circolo Calabria di Francoforte. Si ricorda anche che nel 1966 costituì una Federazione di tutte le 165 associazioni italiane in Germania, la F.A.I.E.G., di cui fu eletto presidente.  Questa associazione fu creata allo scopo di avere un’organizzazione forte che potesse fungere da portavoce delle esigenze e dei diritti dei nostri connazionali presso le istituzioni italiane e tedesche.  Questa organizzazione ha permesso l’avviamento di scuole bilingue, l’istituzione di corsi di formazione professionale – per permettere ai nostri connazionali di progredire nel loro lavoro – di lingua tedesca e di assistenza scolastica per tutti i bambini con difficoltà di inserimento nel sistema scolastico tedesco. È stato anche, per diversi anni, Corrispondente Consolare di Francoforte.

Nel 1982 ha ricevuto per il suo impegno sociale la Croce al Merito dal Presedente della Repubblica Tedesca e nel 2005 è stato insignito dal Presidente Ciampi dell’onorificenza di Cavaliere dell’Ordine della Stella della Solidarietà.

Dal 1987 è Presidente del COEMIT, diventato successivamente COMITES (l’organo eletto che rappresenta gli italiani all’Estero).  Tutte le votazioni del Comites nella Circoscrizione Consolare di Francoforte, sono state da lui vinte con grande maggioranza. Dal 1990 al 1993 è stato Presidente dell’Intercoasscit presso l’Ambasciata d’Italia a Bonn, eletto da tutte le forze politiche e sociali.

Stefano ha speso tutta la sua vita per il suo lavoro, la sua famiglia, e per la collettività italiana residente in Germania. Molte sono le persone che lo ricorderanno e lo terranno in memoria.

Riposa in pace Stefano, che la terra ti sia lieve.

Con affetto fraterno, il Coordinatore dell’Intercomites Tommaso Conte e il Portavoce dell’intercomites Giuseppe Scigliano. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform