direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

“Le Rèis a Parlo” con Alessandra Gaido. Successo del programma tv condotto dalla presidente della Famija Piemontese di Varillas (Argentina)

ITALIANE ALL’ESTERO

In onda ogni mese sul Canale Cooperativo d’Alicia, per valorizzare lingua, cultura ed enogastronomia piemontesi

Sta registrando buon successo in Argentina il programma televisivo “Le Rèis a Parlo” (“Le Radici Parlano”) condotto in piemontese da Alessandra Gaido, presidente della Famija Piemontese di Varillas, in provincia di Cordoba. Va in onda ogni mese sul canale Cca, Canale Cooperativo d’Alicia, città vicina a Varillas. Appassionata di lingua piemontese, tradizioni e cultura del Piemonte, Alessandra Gaido, 50 anni (sposata con il coetaneo Diego Arzuaga, bancario, e con una figlia di 21 anni, Pilar, studentessa di lingue all’Università di Cordoba), è discendente dei bisnonni Michele e Angela Bergami,che da Barge, nel Cuneese, emigrarono in Argentina nel 1892.

«Sin da piccina sentivo i miei nonni ed i genitori che parlavano una lingua “strana”. Quando mancarono i miei nonni, Juana Melano e Miguel Gaido, mi resi conto che la loro eredità più grande fu proprio l’identità culturale – spiega Gaido -. Mi lanciai quindi nella sfida di imparare il piemontese, anche se avevo a disposizione soltanto un dizionario dall’italiano al piemontese. Cominciai quindi a studiare l’italiano e, nel 2019, grazie alla grammatica scritta dalla professoressa Norma Brarda, potei dedicarmi allo studio del piemontese. Il professor Robnal Comba mi donò inoltre il suo libro “Roba Piemonteisa”, grammatica e vocabolario, con cui approfondii ulteriormente le mie conoscenze».

Uno dei “maestri” di piemontese per Alessandra è il papà Juan Carlos, 79 anni, una vita da meccanico di trattori.

«Tutte le volte che lui parlava in piemontese gli chiedevo di ripetere ed insegnarmi le parole. Avevo il più bravo dei professori in casa» dice la conduttrice della trasmissione su Cca, che ha tra i suoi principali fan, oltre al papà, la mamma Maria Julia Juarez, di 72 anni.

Nel programma “Le Rèis a Parlo” si tratta anche di prodotti e piatti tipici piemontesi, dal vino alla bagna cauda, che la conduttrice ha avuto modo di gustare, con altri piatti tipici,in terra sabauda quando ha fatto visita a Barge, riscoprendo il paese delle sue “radici”.

«Studiare attraverso i libri è un conto,  ma stare sul posto, nel 2014 e 2018,mi ha dato l’opportunità di capire le sonorità e la cadenza del piemontese.

Ai giovani dico che “volere è potere”, anche se ciò comporta fatica e sacrificio, ma ne vale la pena. Una lingua muore quando scompare l’ultima persona che la parla. Ciò non deve accadere con il piemontese, perché occorre impegnarsi per tramandarlo alle nuove generazioni». (Renato Dutto-Piemonte Newsletter della Regione, pagina di febbraio “Piemontesi nel mondo”/Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform