direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

“Le migrazioni degli italiani: adattamento alla crisi o nuova emigrazione”, il 29 ottobre convegno all’Accademia dei Lincei di Roma

ITALIANI ALL’ESTERO

 

 

ROMA – Si terrà il 29 ottobre presso l’Accademia dei Lincei di Roma, nella Palazzina dell’Auditorio, un convegno sulle migrazioni degli italiani. “Adattamento alla crisi o nuova emigrazione” è il titolo scelto per dibattere di un argomento sempre molto attuale. Il comitato ordinatore è composto da: Gian Carlo Blangiardo, Alessandro Cavalli, Gustavo De Santis, Antonio Golini, Massimo Inguscio, Alberto Quadrio Curzio, Massimo Livi Bacci. Il programma prevede tre sessioni: “Ciò che si sa e ciò che si dovrebbe sapere sugli italiani che emigrano e su quelli che ritornano”, “Perché si parte e perché si rientra”, “Il capitale umano e la mobilità”. I lavori cominceranno con il saluto della Presidenza dell’Accademia Nazionale dei Lincei; quindi aprirà la prima sessione Massimo Livi Bacci (Linceo, Università di Firenze): sessione presieduta da Gustavo De Santis (Università di Firenze). Salvatore Strozza (Università Federico II, Napoli) ed Enrico Tucci (Istat, Roma) si occuperanno delle tendenze e delle prospettive dell’emigrazione secondo le statistiche ufficiali. Corrado Bonifazi e Frank Heins (IRPPS-CNR, Roma) tratteranno dell’emigrazione dall’Italia e dei confronti con gli altri Paesi europei. Gian Carlo Blangiardo (Presidente Istat, Roma) dibatterà sulle lacune del sistema conoscitivo e le proposte per migliorarlo. Ettore Recchi (OSC-Science Po, Paris) insieme a Lorenzo Gabrielli (ISTI-CNR, Pisa) e Lorenzo Grifone Baglioni (Università di Firenze) parleranno degli italiani da esportazione con un ritratto della diaspora italiana attraverso i social media. La seconda sessione sarà presieduta da Cristina Marcuzzo (Lincea, Sapienza Università di Roma). Alessandro Rosina (Università Cattolica del Sacro Cuore, Milano) tratterà della mobilità internazionale degli italiani tra vecchie e nuove motivazioni. Raffaele Guetto (Università di Firenze) discuterà delle modalità e delle motivazioni delle partenze. Stefania Marino (The University of Manchester) e Giuseppe D’Onofrio (Università di Napoli) introdurranno il tema molto attuale dell’immigrazione italiana nel Regno Unito prima della Brexit. Mario Pianta (Scuola Normale Superiore, Firenze) e Leopoldo Nascia (Ricercatore, Roma) affronteranno la questione della migrazione e delle carriere dei ricercatori italiani. La terza ed ultima sessione sarà presieduta da Alessandro Cavalli (Linceo, Università di Pavia). Vittoria Buratta (Istat, Roma) parlerà dei dottori di ricerca e dei ricercatori in entrata e in uscita. Daniele Archibugi (Direttore IRPPS-CNR, Roma) tratterà della partecipazione dell’Italia ai flussi internazionali di conoscenza. Chantal Saint Blancat (Università di Padova) introdurrà il tema dell’emigrazione dei talenti tra perdite immediate e guadagni futuri. Edith Pichler (Universität Potsdam e consigliere Cgie) dibatterà sugli italiani in Germania: “nuova mobilità o classica Reservarmee?”, sarà il quesito di Pichler. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform