direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Le deputata italo brasiliana Bueno (Misto) e la deputata venezuelana Machado presentano a Strasburgo un dossier contro la violenza in Venezuela

PARLAMENTO EUROPEO

STRASBURGO – La deputata Renata Bueno (Misto- Maie) si trova oggi a Strasburgo dove si recherà al Parlamento Europeo insieme alla deputata indipendente dello stato di Miranda, María Corina Machado a cui hanno revocato il mandato parlamentare in Venezuela. Le due deputate presenteranno un dossier sulle presunte violazioni dei diritti umani in Venezuela. L’iniziativa si propone di ampliare gli sforzi politici internazionali per contenere l’utilizzo di metodi repressivi da parte dello Stato venezuelano.

La parlamentare italo-brasiliana aveva già incontrato la deputata Machado a Caracas la settimana scorsa, in occasione della missione che alcuni deputati del Parlamento italiano eletti all’estero hanno compiuto in Venezuela al fine di constatare da vicino la reale situazione degli italo-venezuelani nel Paese.

Nella nota si spiega come María Corina Machado, eletta con 235.259 voti, sia stata una delle deputate più votate nelle elezioni del 2010 . Secondo il comunicato inoltre la Machado sarebbe stata destituita dal suo incarico per le posizioni assunte contro il governo,  nonostante nella Costituzione della Repubblica del Venezuela il mandato parlamentare possa terminare anticipatamente solo in caso di morte, rinuncia, perdita dell’incarico conseguente all’assunzione di un altro incarico pubblico, referendum revocatorio o per problemi con la giustizia, previa sospensione dell’immunità parlamentare da parte del Tribunale Supremo di Giustizia.

“Sono molto onorata di accompagnare la deputata Machado in questa visita al Parlamento Europeo- ha dichiarato la Bueno – perché sostengo la sua condanna alla violazione della democrazia parlamentare in Venezuela e auspico che vi sia l’appoggio dei parlamentari di tutto il mondo perché venga reintegrata nell’esercizio delle sue funzioni, fino a quando il popolo venezuelano non esprima la propria posizione in altro senso”. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform