direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Le “Carceri” di Piranesi incantano il pubblico di Praga

MOSTRE

L’ambasciatore d’Italia Amati: “Il genio grafico del barocco italiano”

 

PRAGA – Il meglio di Giovanni Battista Piranesi è sbarcato a Praga, che ospita le opere grafiche complete di uno dei maestri dell’arte barocca. In esposizione, nei saloni dello storico palazzo Clam-Gallas, le schede del ciclo “Carceri”, gli album dedicati ai monumenti classici, le fantasie architettoniche, i disegni di architettura d’interni e i trattati teorici. Per l’allestimento della mostra “Giovanni Battista Piranesi, genio grafico del barocco italiano (1720-1778)”, che resterà aperta fino al 1 febbraio 2015, sono state selezionate opere provenienti dalla Galleria nazionale di Praga, dal Museo arcivescovile di Kromeriz, dalla Galleria della Moravia e dalla Biblioteca della Moravia di Brno, dal Museo delle arti decorative di Praga e da numerose collezioni private.

L’iniziativa è stata organizzata dalla Galleria Nazionale di Praga in collaborazione con l’Archivio della Città di Praga, sotto l’egida dell’ambasciatore d’Italia in Repubblica Ceca, dell’Istituto italiano di cultura e della Camera di commercio e dell’industria italo-ceca. Proprio l’ambasciatore italiano Aldo Amati, intervenendo all’inaugurazione, ha sottolineato l’altissimo senso del bello che accomuna Praga e l’arte di Piranesi. Definito dai curatori dell’esposizione “il genio grafico del barocco italiano” o “il Rembrandt delle rovine”, Piranesi è tra le più grandi figure dell’arte europea del XVIII secolo. Architetto, grafico, archeologo e ‘designer’ ante litteram, grazie ad una perfetta padronanza della tecnica di incisione, fu celebrato sin dalle prime produzioni come pittore di panorami che esaltano la bellezza della Roma classica e moderna. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform