direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

L’Ambasciatrice d’Italia in USA Zappia inaugura nuovo spazio del no profit e della filantropia italiana a New York

ITALIANI ALL’ESTERO

NEW YORK – L’Ambasciatrice d’Italia negli Stati Uniti, Mariangela Zappia, ha inaugurato a New York il “Bodini Center for Italian Philanthropy”, un nuovo spazio che ospita numerose non profit italiane operanti negli Stati Uniti. Fra queste, l’American Italian Cancer Foundation, il Gruppo Esponenti Italiani (GEI), la Foundation for Italian Art and Culture, la Comunita’ San Patrignano, la Palazzo Strozzi Foundation, il Consiglio Italia-USA e il Ban Ki Moon Centre.

E’ la prima volta che un’operazione di questo genere, con matrice italiana, diventa possibile negli Stati Uniti d’America consentendo una condivisione interdiscilplinare nei settori della scienza, dell’economia, della cultura, della politica internazionale.

“Assistere alla nascita di questo hub del no profit e della filantropia italiana a New York è per me motivo di grande soddisfazione” ha evidenziato l’Ambasciatrice Zappia tagliando un nastro tricolore per l’inaugurazione del centro, situato in una palazzina nel cuore di Manhattan. “E’ un segnale concreto di quanto l’Italia sappia fare sistema anche nel mondo del non-profit e della solidarietà, ma anche per la valorizzazione a 360 gradi dell’importanza del nostro rapporto bilaterale e delle collaborazioni economiche tra i nostri due Paesi”.

Le non profit potranno condividere un ufficio strutturato. Il nuovo centro infatti mette a disposizione di ciascuna organizzazione una postazione di lavoro, una sala riunioni separata e uno spazio al piano terra per incontri e conferenze. Lo spirito del progetto, in una interpretazione moderna del lavoro, è di offrire a questi soggetti la condivisione non solo di uno spazio ma anche di idee, esperienze comuni, in un continuo confronto fra settori diversi e nell’ottica di favorire anche progettualita’ intersettoriali.

L’American-Italian Cancer Foundation promuove la prevenzione del cancro al seno in zone disagiate di New York, inviando mezzi attrezzati per effettuare screening gratuiti a donne non possono permettersi di pagarli. La fondazione offre anche un programma di borse di studio per portare ricercatori italiani in oncologia a compiere esperienze di ricerca negli Stati Uniti. Il GEI raccoglie personalità italiane soprattutto nel settore dell’economia e della finanza e mira al miglioramento delle condizioni di operatività di importanti aziende italiane negli USA, contribuendo altresì a favorire il dialogo tra Italia e USA. La FIAC promuove la conoscenza dell’arte italiana negli Stati Uniti, favorendo scambi istituzionali e portando in mostra alcune delle più importanti opere artistiche italiane nel Paese. San Patrignano raccoglie fondi da destinare a operazioni di prevenzione della tossicodipendenza, di recupero e reinserimento sociale degli ex tossicodipendenti in Italia e condivide il proprio modello con organizzazioni analoghe in America. La Palazzo Strozzi Foundation mira a diffondere i valori e lo studio del Rinascimento in America. Ogni anno premia un personaggio globale che si è distinto nel settore della filantropia e organizza un concorso annuale per studenti di 9 scuole di New York, Los Angeles e Detroit. I vincitori viaggiano in Italia per un mese di lezioni e visite a monumenti rinascimentali.

Il Consiglio per le relazioni tra Italia e Stati Uniti, fondato nel 1983 da Gianni Agnelli e David Rockefeller promuove i rapporti tra i nostri due Paesi riunendo top manager, economisti, scienziati, esponenti della comunicazione e dei media italiani e americani. Il Ban Ki Moon Centre, fondato dall’ex Segretario delle Nazioni Unite svolge un ruolo nel favorire soluzioni a situazioni di crisi. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform