direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

La senatrice Francesca La Marca (Pd, ripartizione Nord e Centro America) ha presentato due emendamenti al Decreto Milleproroghe per l’aumento del personale del Ministero degli Affari Esteri e la promozione del “turismo delle radici”

ELETTI CIRCOSCRIZIONE ESTERO

 

ROMA – La senatrice eletta nella ripartizione America settentrionale e centrale Francesca La Marca (Pd) segnala di aver presentato due emendamenti al Decreto Milleproroghe in discussione al Senato relativi, uno, all’aumento del personale del Ministero degli Affari Esteri e il secondo alla promozione del “turismo delle radici”.

La Marca, dopo aver ricordato che si tratta di due suoi emendamenti già presentati in occasione dell’esame della legge di bilancio e respinti dalla maggioranza al Governo, precisa che il primo richiede che il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale continui a bandire, per ciascun anno dal 2023 al 2025, un concorso pubblico di accesso alla carriera diplomatica. “Le sedi consolari, anche nella circoscrizione che rappresento, lamentano una carenza di personale, che si ripercuote poi sulla possibilità di offrire un efficiente servizio ai nostri connazionali residenti all’estero – sottolinea la Senatrice.

“Il secondo emendamento – prosegue La Marca – è invece dedicato ad incentivare il cosiddetto turismo delle radici o turismo di ritorno che riguarda i nostri connazionali all’estero (5,8 milioni) ma anche tutti gli italo-discendenti (circa 80 milioni di persone). L’emendamento prevede che ai cittadini italiani residenti all’estero, che attestino la loro iscrizione all’AIRE, venga riconosciuto un incentivo del 15%, per gruppi non inferiori a due persone, e del 20%, per gruppi non inferiori a 5 persone, sul prezzo dei viaggi realizzati con la compagnia Ita Airways o con il Gruppo Ferrovie dello Stato”.

“Secondo dati riferiti al 2018 e pubblicati dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale – specifica La Marca, – nella sola annualità 2018 sono stati 10 milioni i turisti inseriti dall’Agenzia Nazionale del Turismo (ENIT) nella categoria Turista delle Radici. Un turismo capace di generare un flusso economico, nel 2018, pari a circa 4 miliardi di euro (+7,5% rispetto all’anno precedente)”. “Il Turismo delle Radici offre opportunità straordinarie per il nostro paese, non tanto o meglio non solo in termini economici. Dobbiamo iniziare a considerare gli italiani all’estero, e gli italo-discendenti, – conclude La Marca –  come una vera e propria risorsa, come ambasciatori dell’Italianità nel mondo. Un’italianità che però anch’essi devono poter ritrovare, riscoprire, essendo messi nelle condizioni per farlo”. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform