direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

La presidente Debora Serracchiani illustra gli eventi previsti nel Friuli Venezia Giulia

CENTENARIO GRANDE GUERRA
La presidente Debora Serracchiani illustra gli eventi previsti nel Friuli Venezia Giulia
TRIESTE – Nel confermare il grande rilievo attribuito dall’Amministrazione regionale alla ricorrenza del centenario dello scoppio della prima Guerra Mondiale, la presidente Debora Serracchiani, d’intesa con l’assessore alla cultura Gianni Torrenti, ha illustrato alla Giunta il programma di eventi predisposto dalla Direzione competente.
Una ricognizione voluta non solo per coordinare le iniziative sul piano locale, ma anche per presentare progetti e attività al Governo centrale, poter in parte indirizzare la futura programmazione del Fondo Europeo di Sviluppo Regionale 2014-2020, e raccordare a livello internazionale le iniziative regionali e nazionali, cogliendo l’interesse manifestato da Paesi con i quali più intensi sono i rapporti bilaterali, per motivi geografici o storico-culturali.
In proposito Serracchiani ha anche informato la Giunta di aver scritto al sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, Giovanni Legnini, per raccomandare l’urgenza di riattivare il Comitato scientifico nazionale per le commemorazioni della Grande Guerra.
Rispetto al programma proposto dalla Direzione cultura, la presidente ritiene, in questa fase, di dare priorità al progetto “Carso 2014”, attuato in collaborazione con la Provincia di Gorizia, ad progetto interregionale dell’Agenzia Turismo FVG (che realizzerà anche un portale web specifico), alla catalogazione e al restauro di cimeli della Grande Guerra della Collezione De Enriquez, a Trieste.
In questo contesto la presidente ha annunciato che la Regione partecipa al progetto “Albo d’Oro” che, con la collaborazione delle associazioni d’arma regionali, si pone l’obiettivo di ricordare ogni Caduto. Inoltre ha confermato anche la ristrutturazione del Sacrario di Oslavia (già previsto da una legge dello scorso anno) e annunciato al compartecipazione della Regione alla ristrutturazione dell’Ufficio informazioni e accoglienza del sacrario Militare di Redipuglia, luogo “simbolo” per l’intera nazione. Parallelamente è attesto il riconoscimento da parte dell’Unesco dei siti della Grande Guerra.
“Questo evento commemorativo – ha spiegato la presidente – appartiene ai sentimenti più profondi del nostro popolo, alla sua storia e alla memoria”. E anche se la guerra ha coinvolto prevalentemente la fascia orientale dell’attuale Friuli Venezia Giulia, “l’intero territorio regionale sarà coinvolto”. (Inform)
Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform