direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

La Federazione delle Colonie Libere Italiane in Svizzera sulla scomparsa di Leonardo Zanier

ASSOCIAZIONI

“La comunità italiana emigrata, non solo in Svizzera, si ritrova definitivamente orfana di una delle sue menti più brillanti e di una delle voci più potenti degli ultimi 50 anni”

 

ZURIGO – “Leonardo Zanier è morto. La comunità italiana emigrata, non solo in Svizzera, si ritrova definitivamente orfana di una delle sue menti più brillanti e di una delle voci, non solo per l’inconfondibile timbro, più potenti degli ultimi 50 anni”. Lo scrive in un comunicato la Comunicato della Federazione delle Colonie Libere Italiane in Svizzera. La sua è una morte annunciata – prosegue la nota – ma, come sempre accade, di fronte alla quale è umano trovarsi impreparati, sin da quando, verso la fine dello scorso anno, il suo stato di salute si era fortemente aggravato. Per noi delle Colonie Libere Italiane in Svizzera Leo non è stato solamente il poeta, lo scrittore, l‘intellettuale e il sindacalista, che ha saputo intrecciare, senza soluzione di continuità, lavoro, poesia, scrittura, impegno politico e sociale. Leo Zanier, che della Federazione delle CLI è stato presidente dal 1970-74, per poi diventarne presidente onorario nel 2000,  è stato un riferimento, l’interlocutore di cui stimolavi il parere e sollecitavi il consiglio, con il quale, con intelligenza e passione, articolavi il confronto. Con lui – conclude il comunicato – abbiamo condiviso un’esperienza di vita che oggi diventa l’eredità che ci ha lasciato. Anche di questo gli siamo grati ora che, nostro malgrado, è davvero Liber… di scugî lâ /Libero… di dover partire”. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform