direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

“La capra vicina al cielo”, il romanzo di Pietro Tarticchio sarà presentato domani presso la Camera dei deputati

ESULI

L’incontro è organizzato dall’Associazione Nazionale Venezia Giulia e Dalmazia in collaborazione con la Federazione delle Associazioni degli Esuli Istriani, Fiumani e Dalmati

 

Interverranno Luciano Violante, Gianfranco Fini , Laura Garavini , Ignazio La Russa  

 

ROMA – Una lettera e dei libri. E’ un’eredità imprevista quella che Lamberto Maria Giraldo, storico dell’arte, giornalista e docente della Columbia University, riceve da Gabriele, l’amico istriano, con il quale ha condiviso un’amicizia fatta di silenzi e di lunghi percorsi in bicicletta. La lettera diventa il biglietto per un viaggio a ritroso nel tempo, nella storia martoriata dell’Istria e della sua gente alla ricerca di un segreto che è da sempre sotto gli occhi di tutti…

Di questo parla “La capra vicina al cielo” (Ugo Mursia Editore) ,romanzo  di Pietro Tarticchio  fresco vincitore del premio letterario i Murazzi 2015.

Ma che cosa significa la capra abbarbicata su un cocuzzolo nell’emblema istriano? Per scoprirlo Lamberto deve tornare nei luoghi dell’infanzia di Gabriele, alla ricerca di Quinto, il pastore-filosofo che, forse, custodisce il segreto di quel simbolo. Il viaggio nel passato dell’amico perduto lo porterà nel cuore del destino di un popolo: dai miti antichi alla tragedia delle foibe, alla guerra, alle ferite mai sanate dell’esodo. Storia e leggende, dolori individuali e collettivi si intersecano in una trama in cui si annodano realtà e fantasia per comporre un disegno che parla di umano e divino.

Pietro Tarticchio, istriano di Gallesano, residente a Milano, fu costretto all’esodo nel 1947. Sette suoi parenti ,tra cui il padre e il sacerdote Angelo Tarticchio, furono uccisi e gettati nelle foibe. Artista grafico, giornalista, scrittore Pietro Tarticchio ha scritto diversi libri per preservare la memoria dell’esodo istriano e delle foibe. E’ stato direttore del mensile “Arena di Pola”, ed è presidente del Centro di Cultura giuliano-dalmata.

Il romanzo “La capra vicina al cielo” sarà presentato domani 6 ottobre a Roma presso la  Camera dei Deputati – Sala del Refettorio, via del Seminario, 76- alle ore 16.30.

L’incontro è organizzato dall’Associazione Nazionale Venezia Giulia e Dalmazia in collaborazione con la Federazione delle Associazioni degli Esuli Istriani, Fiumani e Dalmati,

La giornalista e discendente di esuli istriani Lucia Bellaspiga modererà l’incontro, cui interverrà l’autore Piero Tarticchio. Sono poi previsti gli interventi di Luciano Violante, ex parlamentare e già protagonista di un confronto a Trieste il 14 marzo 1998 con l’ex parlamentare e già ministro degli Esteri  Gianfranco Fini teso ad affrontare finalmente in maniera condivisa la complessa vicenda del confine orientale italiano, Laura Garavini, deputata del Partito Democratico eletta nella circoscrizione Estero e distintasi nell’affrontare nelle sedi istituzionali tematiche legati agli Esuli istriani, fiumani e dalmati, e il deputato di Fratelli d’Italia Ignazio La Russa, a garantire lo svolgimento dei lavori in atmosfera “bipartisan”.

L’attore Beniamino Marcone, celebre per l’interpretazione dell’ispettore Fazio in “Il giovane Montalbano”, leggerà brani del romanzo di Tarticchio; completano il quadro dei relatori il presidente della Federazione delle Associazioni degli Esuli Istriani, Fiumani e Dalmati Antonio Ballarin e la presidente del Comitato di Roma dell’Associazione Nazionale Venezia Giulia e Dalmazia Donatella Schürzel, mentre le conclusioni saranno affidate a Marco Tarquinio, direttore del quotidiano “Avvenire”. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform