direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

L’8 novembre la città di Mosca ha partecipato alla XXI Asta Mondiale di beneficenza del tartufo bianco d’Alba

RETE DIPLOMATICA

Ambasciatore Terracciano: il ricavato a Centro di ricerca medica per l’ematologia, l’oncologia e l’immunologia infantile “Dmitri Rogachev”

MOSCA (Russia) – Anche quest’anno la città di Mosca ha partecipato all’asta mondiale di beneficenza del tartufo bianco di Alba, giunta alla ventunesima edizione, con un collegamento in diretta con il Castello di Grinzane Cavour. Dopo una prima partecipazione nel 2004, per Mosca si tratta del secondo anno consecutivo di partecipazione a questa iniziativa, dopo il successo ottenuto nel 2019.

L’evento, svoltosi presso il Bosco Cafe’, è stato organizzato dall’Ambasciata d’Italia a Mosca in collaborazione con la Regione Piemonte e l’ENIT. A Mosca sono stati battuti all’asta alcuni esemplari di tartufo bianco d’alba e alcune bottiglie di pregiati vini piemontesi, e grazie alla generosità degli ospiti russi anche quest’anno si è riusciti a raccogliere un importante contributo economico che verrà devoluto in beneficienza. L’Ambasciatore Terracciano, che ha introdotto l’evento a Mosca, ha voluto sottolineare come “In un momento in cui l’attenzione di tutti è concentrata quasi esclusivamente sull’epidemia legata al covid-19, è importante non dimenticare che ci sono tante altre persone che hanno bisogno di aiuto ed assistenza E per tale ragione, come ormai facciamo da molti anni anche con altre iniziative, il ricavato dell’asta che si terrà qui a Mosca andrà al Centro di ricerca medica per l’ematologia, l’oncologia e l’immunologia infantile “Dmitri Rogachev” di Mosca.” (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform