direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Istruzione superiore: preparare le università dell’UE al futuro grazie a una maggiore cooperazione transnazionale

COMMISSIONE EUROPEA

 

BRUXELLES  – “Università europee di eccellenza e inclusive sono una condizione e un fondamento dello stile di vita europeo. Favoriscono società aperte, democratiche ed eque come pure una crescita sostenuta, l’imprenditorialità, l’integrazione e l’occupazione. Con le nostre proposte odierne intendiamo portare la cooperazione transnazionale nel campo dell’istruzione superiore a un nuovo livello. Valori condivisi, una maggiore mobilità, una portata più ampia e sinergie per dare alla nostra istruzione superiore una dimensione realmente europea”. Lo ha dichiarato Margaritis Schinas, Vicepresidente per la Promozione dello stile di vita europeo, in merito alle due nuove iniziative adottate oggi:

una “strategia europea per le università” e una proposta della Commissione Ue di raccomandazione del Consiglio su “costruire ponti per un’efficace collaborazione a livello europeo nel campo dell’istruzione superiore” . Questo processo coinvolgerà negli anni a venire i quasi 5mila istituti di istruzione superiore, 17,5 milioni di studenti, 1,35 milioni di docenti e 1,17 milioni di ricercatori dell’Ue.

“Oggi più che mai – spiegano dalla Commissione Ue – la società europea ha bisogno del contributo delle università e degli altri istituti di istruzione superiore. L’Europa deve affrontare sfide importanti, tra cui i cambiamenti climatici, la trasformazione digitale e l’invecchiamento della popolazione, proprio in un momento in cui è colpita dalla più grande crisi sanitaria mondiale degli ultimi cento anni e dalle sue ricadute economiche. Le università e l’intero settore dell’istruzione superiore si trovano in una posizione unica, al crocevia tra istruzione, ricerca e innovazione, per plasmare economie sostenibili e resilienti e rendere l’Unione europea più verde, inclusiva e digitale”. Le due iniziative “sosterranno le università in questo sforzo”.

“Le proposte adottate oggi – ha dichiarato Mariya Gabriel, Commissaria per l’Innovazione, la ricerca, la cultura, l’istruzione e i giovani –  andranno a vantaggio dell’intero settore dell’istruzione superiore, in particolare dei nostri studenti, i quali hanno bisogno di campus transnazionali moderni che rendano facilmente accessibile la mobilità all’estero per consentire percorsi di studio ed esperienze realmente europei. Siamo pronti a unire le forze con gli Stati membri e gli istituti di istruzione superiore di tutta Europa. Insieme possiamo avvicinare l’istruzione, la ricerca e l’innovazione al servizio della società. Le alleanze delle università europee stanno aprendo la strada: entro la metà del 2024 il bilancio dell’UE sosterrà fino a 60 alleanze delle università europee, con oltre 500 università di tutta Europa”. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform