direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Israele, Istituto Italiano di Cultura di Haifa: “Still Voices”, al Museum of Art una grande retrospettiva dedicata ad Adrian Paci

MOSTRE

 

HAIFA – “Still Voices”: si apre oggi 11 febbraio  all’Haifa Museum of Art la grande mostra retrospettiva dedicata all’artista italo-albanese di fama mondiale Adrian Paci

La mostra, che potrà essere visitata fino al prossimo 25 giugno, è organizzata in collaborazione con l’Istituto Italiano di Cultura di Haifa.

Adrian Paci è nato a Shkodër, Albania, nel 1969 ed è immigrato in Italia nel 1997. Da oltre due decenni artista di primo piano nella scena dell’arte contemporanea, Paci riflette e commenta con sensibilità e con una voce umanamente unica gli attuali sconvolgimenti politici e sociali.

Nell’ottica degli scambi culturali e della cooperazione con l’Italia, Haifa Museum of Art dedica all’artista la grande retrospettiva, organizzata dal curatore del Museo Kobi Ben-Meir. La mostra presenta una panoramica completa delle video installazioni di Paci, dai suoi primi lavori del 1997 alla prima mondiale delle ultime due opere (2021).

Il fulcro della mostra è la video installazione a cinque canali “Broken words”, che ritrae cinque profughi, intervistati da Paci vicino a Beirut, dopo la loro fuga dalla guerra in Siria. L’installazione trasmette i racconti in arabo dei cinque protagonisti, ma Paci ha modificato ogni video per presentare solo i momenti in cui i rifugiati smettono di parlare, creando una desincronizzazione tra ciò che sentiamo e ciò che vediamo. Le voci dei profughi si mescolano nell’installazione in un coro cacofonico, complicando ulteriormente la comprensione testuale della storia. Non riusciamo ad ascoltare le loro storie, ma possiamo leggerle sui loro volti: i volti dei cinque profughi esprimono emotivamente ciò che le parole non riescono a trasmettere, le loro esperienze traumatiche, l’esilio, la perdita.

Con questo evento l’Haifa Museum of Art si unisce a una prestigiosa lista di musei che hanno dedicato a Paci mostre personali. Tra questi, il Moderna Museet (Stoccolma), il Museum of Modern Art (New York), Istambul Modern, Kunsthaus Zurich, Galerie nationale du Jeu de Paume (Parigi) e il Padiglione d’Arte Contemporanea (Milano).

Per maggiori informazioni e biglietti e per prenotare la visita della mostra guidata da Adrian Paci e dal curatore del museo dr. Kobi Ben-Meir (in inglese, in programma sabato 12 febbraio, alle 11:00):  QUESTO LINK (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform