direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Intervistata a Italia con Voi Ilaria Del Bianco, Presidente di Unaie e Lucchesi nel Mondo nonché membro del Cgie

ITALIANI ALL’ESTERO

 

Si è parlato di Turismo delle radici e di  nuove generazioni

 

ROMA – A parlare di emigrazione italiana, nella trasmissione “Italia con Voi” della Rai andata in onda lo scorso 11 ottobre, è stata Ilaria De Bianco, Presidente di Unaie (Unione Nazionale delle Associazioni di Immigrati ed Emigrati) e di Lucchesi nel Mondo ma anche membro del Cgie . Si è partiti dall’ultimo appuntamento, quello tenutosi a Montréal ad inizio mese, dove è stato lanciato un progetto ambizioso che, per la prima volta, ha visto insieme cinque associazioni che si occupano di emigrazione: quelle di Lucchesi, Giuliani, Trentini, Friulani e Bellunesi nel Mondo. “Come Unaie abbiamo dedicato una giornata intera allo sviluppo del turismo delle radici nei nostri territori d’origine. Il turismo delle radici – ha spiegato Del Bianco – è un settore molto particolare che si rivolge a un potenziale pubblico di circa sessanta milioni di persone, tanti sono infatti gli oriundi e gli italo-discendenti nel mondo”. Dunque è un tipo di turismo in grado di veicolare presenze non tanto nelle città d’arte, quanto piuttosto in quei piccoli borghi che nel tempo hanno visto spopolarsi progressivamente. “E’ un turismo lento che permette di tornare nelle zone d’origine per ritrovare la propria genealogia e la propria storia familiare”, ha aggiunto la Presidente di Unaie spiegando la differenza sostanziale che intercorre tra la cosiddetta “emigrazione storica” e quella dei “nuovi expat”. “L’emigrato di vecchia data, quando rivede le immagini dei propri paesi, di solito prova per lo più commozione e nostalgia; le giovani generazioni di emigrati, invece, sono curiose di scoprire quei luoghi narrati dai nonni e dai padri e vogliono quindi riappropriarsi di questa loro storia”, ha precisato Del Bianco ricordando come Montréal sia stata la tappa numero zero di questo percorso, iniziato grazie al sostegno della Direzione Generale per gli Italiani all’Estero e le Politiche Migratorie del Maeci.

Non solo azioni politiche concrete nel presente ma anche uno sguardo al futuro: questa è la volontà di questa parte consistente dell’associazionismo dedicato agli italiani all’estero. “Vogliamo continuare nel futuro a migliorare questa strategia dedicata ai nostri connazionali nel mondo: desideriamo porci al servizio delle strategie del Maeci e del Governo per promuovere sempre di più il Sistema Paese”, ha spiegato Del Bianco evidenziando come però occorra puntare molto sui giovani già in ambito scolastico per veicolare questi valori. “Serve un grande lavoro sulle giovani generazioni a cominciare già dalle scuole; dobbiamo anche spingere le nostre sedi estere a usare nuovi canali di comunicazione, come i social, per capillarizzare la nostra azione anche verso i nuovi e più giovani expat”, ha rilevato la Presidente di Unaie che guida anche l’Associazione Lucchesi del Mondo la quale, da poco, ha compiuto i cinquant’anni di attività. “Per l’occasione a Lucca è stato inaugurato un monumento dal titolo ‘Oltre le radici’. L’idea era da tempo quella di realizzare un’opera dedicata all’emigrazione della Lucchesia, un fenomeno che affonda le radici addirittura nel Medioevo. L’opera rappresenta un albero che ha le proprie radici salde nella terra d’origine ma al contempo supera in altezza un muro sviluppando oltre i suoi rami come a voler guardare al futuro”, così Del Bianco ha brevemente illustrato l’opera dello scultore Stefano Pierotti realizzata con il contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca e in collaborazione con la Fondazione Ragghianti. Del Bianco ha concluso l’intervista sottolineando come i passi successivi dell’associazionismo debbano consistere nel continuare a guardare alla mobilità europea ma anche al Sudamerica, dove c’è una vastissima comunità italiana. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform