direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Interrogazione di Marco Fedi (Pd) sugli accordi per il riconoscimento delle patenti di guida tra Italia e Israele e Italia e Australia

CAMERA DEI DEPUTATI
Interrogazione di Marco Fedi (Pd) sugli accordi per il riconoscimento delle patenti di guida tra Italia e Israele e Italia e Australia
ROMA – “Sollecitato anche dalle pressanti richieste di cittadini italiani residenti all’estero, e stranieri residenti in Italia, ho presentato un’interrogazione a risposta scritta per sapere dal ministro dei Trasporti e dal ministro degli Affari Esteri quali iniziative urgenti si intendano intraprendere per rendere possibili le conversioni delle patenti di guida tra Italia e Australia e Italia e Israele, ponendo fine ai gravi disagi in cui incorrono i cittadini coinvolti”. 
“I cittadini di uno Stato non appartenente all’Unione europea con cui vigono accordi in tema di conversione della patente di guida – ricorda Marco Fedi, deputato eletto per il Pd nella ripartizione Africa-Asia-Oceania-Antartide – possono guidare in Italia con la propria patente nazionale, accompagnata dal permesso internazionale di guida rilasciato dal proprio Stato di appartenenza, fino a quando non decidano di fissare in Italia la propria residenza. Tale possibilità permane per tutto l’anno successivo all’effettiva fissazione della residenza nel nostro Paese. Al termine di questo periodo, si renderà necessaria la conversione della patente estera. La conversione è possibile solo per le patenti rilasciate dagli Stati non aderenti all’Unione europea con i quali l’Italia ha stabilito accordi di reciprocità. Nell’interrogazione chiedo di dare impulso alle trattative per un accordo con l’Australia e di attuare l’accordo già raggiunto con Israele”.
“Ai tanti disagi cui vanno incontro i cittadini stranieri, soprattutto per la loro attività lavorativa, ai quali non viene convertita la patente si aggiunge l’obbligo a ripetere l’esame di guida e l’esame teorico, disponibile peraltro solo in lingua italiana, sostenendone i relativi costi”.
“In sostanza – conclude Fedi – si chiede di aprire o concludere la trattativa per l’accordo per la conversione delle patenti di guida tra Italia e Australia e di portare a conclusione l’accordo per la conversione delle patenti di guida tra Italia e Israele. Ai ministri interrogati ho chiesto, inoltre, se non ritengano indispensabile adottare un test di esame anche in altre lingue”. (Inform)
Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform