direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Il tenore italiano Luciano Lamonarca riceve dal presidente della Contea di Westchester un attestato per meriti artistici

ITALIANI ALL’ESTERO
Il tenore italiano Luciano Lamonarca riceve dal presidente della Contea di Westchester un attestato per meriti artistici
NEW YORK – Il tenore italiano Luciano Lamonarca, da alcuni anni residente negli Stati Uniti, ha ricevuto una “Proclamazione” per meriti artistici dal presidente della Regione/Contea del Westchester Robert Astorino. La cerimonia si è tenuta presso il Club Antonio Meucci di White Plains nel distretto locale dell’OSIA (l’Ordine dei Figli d’Italia in America) ed è stata sponsorizzata dalla Coalizione delle organizzazioni Italo-Americane del Westchester.
All’evento hanno partecipato più di 200 persone tra autorità e membri della comunità italiana. Presente anche il funzionario del consolato italiano di New York Carlo Davoli. Lamonarca è il più giovane artista italiano residente nello Stato di New York a ricevere tale riconoscimento.
Nella Proclamazione, letta da Robert Astorino, sono stati ricordati alcuni dei concerti più importanti che hanno visto la partecipazione del tenore Lamonarca, come ad esempio la cerimonia commemorativa dell’attacco delle Torri Gemelle, che si è tenuta nella Contea del Westchester l’11 Settembre 2012, il concerto nell’Assemblea Generale dell’ONU, alla Carnegie Hall, al Lincoln Center di New York ed al New York Fashion Show.
Il tenore Lamonarca ha ringraziato tutti i presenti ed ha eseguito l’inno God Bless America (Dio Benedica l’America), che ha ottenuto l’approvazione del pubblico. “E’ stata un esperienza commovente per me. Ho iniziato a cantare senza essere sicuro di poter terminare la mia performance, perché sono stato fortemente emozionato e riuscivo a malapena a trattenere le lacrime”, ha poi affermato il tenore.
Lamonarca ha inoltre dichiarato di voler dedicare tale Proclamazione alla propria madre Anna, a sua moglie Valentina, alla sua famiglia ed a tutti quegli amici che lo hanno supportato durante il suo cammino nel realizzare il “sogno americano”. (Inform)
Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform