direttore responsabile Goffredo Morgia
Registr. Trib. Roma n.338/2007 del 19-07-2007
INFORMAZIONI DEL GIORNO – NEWS PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO

Il Sottosegretario Giorgio Mulè, in video conferenza, all’apertura dei lavori del “1st Italo-Lithuanian roundtable on Cybersecurity” di Vilnius

DIFESA

ROMA – “Quale la sfida da affrontare e vincere? Aprirsi e coinvolgere il mondo civile coniugandolo con quello militare e di intelligence. Attraverso questa interazione, questa partnership pubblico-privato l’Agenzia Nazionale per la Cybersecurity potrà agire in maniera virtuosa creando una nuova cultura digitale che non dovrà limitarsi all’’how to do’ riservata agli esperti, ma a quella di una formazione, passatemi il termine, il più possibile democratica non solo e non soltanto indirizzata agli addetti ai lavori ma che diventi sempre più cultura diffusa anche tra la popolazione civile”.

Lo ha detto il Sottosegretario di Stato alla Difesa Giorgio Mulè, in video conferenza, all’apertura dei lavori del “1st Italo-Lithuanian roundtable on Cybersecurity” di Vilnius, alla presenza del Viceministro alla Difesa lituano, Margiris Abukevicius, dell’Ambasciatore italiano, Diego Ungaro, di rappresentanti degli organismi internazionali tra cui Nazioni Unite, Pesco, Nato e Ue, e di industrie operanti nel settore cyber.

“L’Italia sta lavorando per essere parte integrante di quella strategia europea che marcia a ritmi serrati sia in termini di investimenti che regolatori: l’obiettivo madre è quello di raggiungere un’Autonomia Strategica che se applicata in questo campo consente di pilotare alleanze statuali, governare minacce e conflitti, affermare una leadership internazionale nonché la propria sovranità tecnologica. Il percorso lo stiamo costruendo, ora serve fare in fretta.”, ha evidenziato Mulè a chiusura del suo intervento. (Inform)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Powered by Comunicazione Inform | Designed by ComunicazioneInform